REGIONEUROPA DI DOMENICA 9 GENNAIO 2020

Puntata speciale domenica 9 febbraio di RegionEuropa ,il settimanale europeo della Tgr , in onda eccezionalmente dalle 10:55 alle 11,30 su Rai 3 ed in live streaming sul web cliccando Rai Play, con un focus incentrato sull’avvio della consultazione della Commissione Europea, del Parlamento e del Consiglio con i governi dei 27 e gli stakeholder della società civile, consultazione che dovrebbe portare ad un nuovo Trattato Interistituzionale dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione.

L’Italia, come spiegano i servizi di Dario Carella ed Antonio Silvestri , è fra i paesi protagonisti di questo dibattito: dalla capitale europea, dove ha incontrato i leader delle tre Istituzioni, Von der Leyen, Michels e Sassoli, il premier Giuseppe Conte spiega le priorità del nostro paese, che da Roma, riconferma nel corso della Conferenza di alto livello sul nuovo bilancio 2021-2027 dell’UE in cui si sono confrontati rappresentanti delle istituzioni comunitarie esponenti delle categorie economiche e sociali sui negoziati per il nuovo Quadro Finanziario Pluriennale Ue 2021-2027 che rappresentano un appuntamento cruciale per promuovere gli interessi di cittadini, imprese e territori. A RegionEuropa gli interventi, tra gli altri, del Presidente del Parlamento europeo Sassoli, del Presidente del Consiglio Conte, e del Presidente della Regione Lazio, Zingaretti.

Michela Corticelli fa invece il punto sul tessile di alta qualità della filiera italiana della moda colpito economicamente nell’export dalla crisi cinese legata al coronavirus e di cui si è avuta plastica testimonianza all’apertura di Milano Unica,la manifestazione che dà il via alla fashoin week, la settimana della moda nel capoluogo lombardo, la più importante a livello mondiale.

Prosegue quindi il focus di RegionEuropa sull’agroalimentare, altra filiera fondamentale per l’export italiano, colpita dalla Brexit: la Cia, Confederazione Italiana agricoltori, ritiene fondamentale che anche dopo la brexit sia mantenuto un rapporto privilegiato col Regno Unito dove l’export delle imprese agroalimentari fattura il 14 per cento del totale dell’export italiano verso la Gran Bretagna. Il Presidente della Cia, Scanavino, spiega la necessità di porre in atto delle strategie di contenimento dei rischi di un eventuale mancato accordo.

In sommario anche un servizio sulla povertà educativa : l’Italia è l’unico Paese europeo dove il contrasto alla povertà educativa viene promosso con un’ iniziativa mista pubblico privata. Secondo uno studio Demopolis il fenomeno preoccupa la maggioranza dei cittadini ma, spiega il Presidente dell’impresa sociale “Con i bambini”, Carlo Borgomeo, ci sono ostacoli culturali economici e sociali che impediscono determinati processi educativi e questo incide direttamente anche sullo sviluppo del Paese. Nel reportage di Antonio Silvestri anche l’esperienza di uno dei progetti finanziati di contrasto alla povertà educativa che si attua in tre municipi romani.

Concluderà la puntata di RegionEuropa l’appuntamento con la rubrica Opportunità Europee a cura di Antonio Silvestri: nello spazio Luisa Ortu, della rete italiana di Enterprise Europe Network, in collegamento dallo studio della TGR di Firenze, approfondirà il tema dell’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, dai requisiti, agli obiettivi primari, ai servizi che la rete EEN mette loro a disposizione.