RegionEuropa di domenica 10 febbraio 2019

“Serve un cambio di passo generale con un cambio di governo, un nuovo esecutivo affidabile, responsabile,capace di far uscire l’Italia dalla crisi economica ed afrontare la prima emergenza che è il lavoro, la mancanza di lavoro, soprattutto la disoccupazione giovanile: un nuovo esecutivo fondato su una allenza di centro destra assieme alla Lega che invito, ancora una volta ad abbandonare l’alleanza con i 5 Stelle, una coalizione di governo contro natura “ : così il Presidente del parlamento Europeo Antonio Tajani nella lunga intervista con Dario Carella realizzata a Bruxelles nella sede dell’EuroCamera, intervista che aprirà la puntata di domenica 10 febbraio di RegionEuropa,il settimanale europeo della Tgr in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno ed in live streaming sul web con Rai Play.

Tajani commenta duramente il taglio delle previsioni di crescita dell’Italia fatte dall’Unione Europea: “era scontato – afferma ancora nell’intervista – il nostro paese è in recessione e le misure adottate dal governo non servono a creare nuova occupazione, tanto meno il reddito di cittadinanza”, e a proposito della Tav “si farà –dice convinto Tajani- perché completarla o non completarla costerà fra i ¾ miliardi di euro e non esiste la differenza dei 20 miliardi di cui si parla. La Tav è un’opera strategica per il sistema infrastrutturale, trasportistico,economico e ambientale italiano: consentià di togliere dall’ambiente l’inquinamento prodotto dai mezzi pesanti,dai Tir,favorendo il trasporto via ferrovia delle nostre produzioni destinate all’esportazione”.

Il presidente del Parlamento Europeo, che questa settimana ha avuto un nuovo incontro con la premier britannica May, ribadisce infine che non vi saranno ulteriori trattative sulla Brexit, e si dice “molto dispisciuto come italiano” che il governo Conte non si sia schierato, come altri grandi paesi europei contro la dittatura di Maduro in Venezuela e a fianco del leader dell’opposizione Guaido, impedendo al Consiglio dell’UE di scheirare l’intera Unione a fianco della libertà e della democrazia in quel Paese”.

A seguire un reportage di Antonio Silvestri, che conduce all’interno di quello che è il dialogo dei fatti fra il mondo della cooperazione e l’Europa: l’history case è quello di Alleanza delle Cooperative, ha promosso a Roma una due giorni di riflessione sul ruolo che il settore riveste in Europa nel campo della crescita e dell’occupazione, evidenziando la necessità di combattere le false cooperative, una battaglia che il Presidente del Consiglio Conte, intervenuto all’incontro, ha affermato avrà l’appoggio del Governo. A RegionEuropa interviene anche il Presidente di Confcooperative, Gardini, che rileva l’impegno nella creazione di occupazione, e viene presentata la testimonianza di una cooperativa di giovani che innova in agricoltura con attenzione alla sostenibilità.

Ancora Antonio Silvestri con il racconto di come i giovani agricoltori italiani abbiano utilizzato i fondi europei per innovare: L’Italia, infatti, risulta il Paese col maggior numero di giovani imprenditori. Sono 560mila infatti gli under 35 che hanno deciso di aprire un’azienda, impegnati soprattutto nel commercio, nella ristorazione e in agricoltura. Proprio in questo settore la Coldiretti ha voluto lanciare un appello affinché la burocrazia, ha detto a Regioneuropa la nuova Presidente dei giovani dell’Organizzazione, Veronica Barbati, non rallenti la nascita delle imprese. Si tratta di aziende che innovano come testimoniato nel servizio, anche con la digitalizzazione che permette, ad esempio, agli allevatori di sapere quando intervenire per i parti nella stalla o di geolocalizzare il bestiame.

RegionEuropa torna quindi a Bruxelles con la cronaca di Dario Carella sull’assemblea delle regioni e delle città organizzata dal Comitato delle regioni: la Lombardia ,con l’assessore allo sport Martina Cambiaghi, ha presentato,prima regione in Europa,”Lombardy Sport Commission”, un cluster di coordinamento degli operatori del settor sportivo,imprenditoriale e del terzo settore,a supporto della stretgia della regione su sport e innovazione.

Ancora glocal con il collegamento con la redazione Tgr di Potenza per “Matera Capitale Europa della Cultura”, in studio Oreste Lo Pomo.

In conclusione della puntata di RegionEuropa la rubrica “OPPORTUNITÀ EUROPA” di Antonio Silvestri: nello spazio con le segnalazioni di Europe Direct Umbria il bando Erasmus plus per l’inclusione sociale, un’offerta di lavoro e l’annuncio del Torneo dell’innovazione sociale promosso dalla Banca europea per gli Investimenti.