RegionEuropa di domenica 3 febbraio 2019

Nella programmazione dei fondi europei che và terminando con la fine della legislatura,per la prima volta vi sono stati bandi per piani con finanziamenti dedicati ai professionisti e alle loro organizzazioni : l’Italia è uno dei paesi che ne ha fatto maggiore e un reportage di Antonio Silvestri ne traccia un primo bilancio domenica 3 febbraio a RegionEuropa , il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno e in live streaming sul web digitando rai Play.

Nel reportage si scopre che è ancora possibile utilizzare la parte finale di questi fondi nel nostro paese, in particolare quelli iguardanti principalmente la formazione e la digitalizzazione,come spiega Daniele Virgillito, Presidente dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti, che rileva come, a parte Emilia Romagna e Veneto, le Regioni non abbiano finora pubblicato bandi per queste categorie che potrebbero, tra l’altro, avvantaggiarsene anche frenando così l’esodo verso il nord. Tra le molteplici opportunità offerte alla categoria anche quella di “resto al Sud” che consente di ottenere fino a 50mila euro di finanziamento in parte  a fondo perduto.

Da Bruxelles dario carella intervista Ignazio Corrao,l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle,che ha scoperchiato uno dei segreti meglio custoditi dello tecnoburocrazia europea,ovvero gli stipendi dei Commissari Eurpei,che si mettono in tasca ogni mese uno stipendio, benefits a parte, minimo di oltre 20mila,una rivelazione che ha suscitato molto scandalo nell’opinione pubblica di tutti i paesi europei.

“regionEuropa” torna quindi al Giorgio della Memoria dell’Olocausto con un servizio di Vera Paggi sulla verggna incancellabile per l’Italia fascista delle leggi razziali  della deportazione degli ebre che partivano per i campi di concentramento dello sterminio dal 2binario 21”, un binario sotterraneo della stazione centrale di Milano : il ricordo della senatrice a vita liliana Segre, e sempre da Milano Elisabetta Santon intervista al “Giadino dei Giusti” il presidente di Gariwo Gabriele Nissim.

Agroalimentare europeo: una ricerca della Coldiretti racconta come la “disfida italo francese” si combatte anche a suon di prodotti a merchio certificato ma da Buxelles la Commissione esecutiva conferma i pesanti tagli all’agricoltura locale nel bilancio 2021/2027 per effetto della Brexit,tagli che sarnno “respinti senza se e senza ma dal Governo italiano in sede di Consiglio Europeo2,annuncia a “RegionEuropa” Mara Bizzotto,capogruppo della Lega al parlamento Europeo.

Giovanni Romani fa quindi il punto sulla macroregione Ionico Adriatica, e a chiusra della puntata del settimanale europeo della Tgr la rubrica “UE IMPRESE E TERRITORI “ di Antonio Silvestri: nello spazio con le segnalazioni della rete Enterprise Europe Network un programma per la digitalizzazione delle imprese siciliane che vogliono internazionalizzare, e l’opportunità di cercare partnership nel settore dei servizi digitali al turismo in occasione del Salone di Berlino.