RegionEuropa di domenica 30 dicembre 2018

“Non ci sarà l’avanzata dei partiti sovranisti di destra e di sinistra e nazionalisti vaticinata da alcuni sondaggi e dai discorsi dei loro leaders, i cittadini europei sanno bene che non esiste alcuna prospettiva fuori dall’unione e tanto meno nel ritorno a picccole patrie. Ce lo confermano le rilevazioni e i monitoraggi che stiano costantemente teneverrà trasmesso domenica 30 dicembre nell’ultima puntata dell’anno di RegionEuropando in queste settimane, e sono convinto che il Partito Popolare manterrà il suo ruolo centrale e di maggioranza relativa nel nuovo Parlamento che eleggeremo nel maggio prossimo, un ruolo centrale che ci consentirà di valutare quale sarà la migliore coalizione politica per governare non solo l’Assemblea legislativa ma anche le altre Istituzioni europee”.

Lo afferma il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, tracciando un bilancio a 5 mesi dal voto di maggio ed indicando quali sono le cose che restano da fare , intervistato a Strasburgo,nella sede dell’Europarlamento, da Dario Carella: un lungo colloquio che aprirà la puntata di domenica 30 dicembre di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno e in streaming su Rai Play.

A seguire “BOLLICINE EUROPEE” ,un viaggio di Antonio Silvestri che ripercorre ,a poche ore dal brindisi di Capodanno, la storia delle bollicine, dallo Champagne agli spumanti, un fenomeno europeo che vede i francesi primi per fatturato e gli italiani col primato della quantità venduta sui mercati di tutto il mondo. Alfonso Isinelli, curatore della Guida ai migliori 99 champagne, racconta come si è evoluto questo prodotto al centro dei brindisi in ogni parte del mondo, mentre Fabrizio Pagliardi, proprietario di enoteche e esperto, indica in che modo gustare al meglio i vini di questo tipo.

Il notiziario “QUI BRUXELLES QUI STRASBURGO” si apre con una intervista a Mara Bizzotto,Capogruppo della lega al Parlamento Europeo: l’europarlamentare annuncia il rilancio in sede UE della battaglia per il riconoscimento del marchio “MADE IN”, a tela delle produzioni italiane non solo nell’agroalimentare ma anche nei settori del tessile, della ceramica e del calzaturiero: “sarà una nostra battaglia fondamentale in questa fase finale della legislatura-spiega Bizzotto- insieme a quella per il riconoscimento di una Europa delle Nazioni che sconfigga definitivamente l’euroburocrazia di Bruxelles che ha affossato in questi anni,grazie all’nerzia e alla sottomissione dei governi di centro sinistra e tecnici , le nostre imprese e ridotto sul lastrico centinaia di nostri piccoli imprenditori e artigiani”.

RegionEuropa propone quindi un focus sulla pesca: infatti la Commissione europea ha escluso la piccola pesca italiana dalle quote aggiuntive di tonno rosso pescabili e i pescatori dell’Alleanza Cooperative della pesca chiedono di rivedere la decisione e di partecipare maggiormente ai processi decisionali riguardanti il comparto. Nell’intervista al Copresidente dell’Organizzazione, Paolo Tiozzo, anche il positivo giudizio sul Piano pluriennale varato dal Parlamento europeo e riguardante, tra l’altro, la pesca di acciughe e sardine in Adriatico, che regola l’attività tra la nostra marineria e quella Croata.

Il sogno dell’Europa unita nelle opere del pittore lucano Leonardo Sinisgalli è il titolo del lungo racconto di Oreste Lo Pomo,che presenta nel settimanale europeo della testata regionale,il percorso di uno dei maggiori artisti italiani; in conclusione di RegionEuropa la rubrica “OPPORTUNITÀ EUROPA”: nello spazio con le segnalazioni di Europe Direct Umbria il bando Azioni urbane Innovative e la nuova edizione del Premio europeo per le donne innovatrici.