RegionEuropa di domenica 24 aprile 2016

Il sistema delle etichette semaforo, adottato in Gran Bretagna con la scusa di aiutare i consumatori a capire i contenuti nutrizionali e salutistici degli alimenti , è stato sonoramente bocciato dal Parlamento Europeo è stato tolto definitivamente di mezzo.

Il sistema penalizzava fortemente i prodotti dell’agroalimentare italiano , in particolare quelli a marchio europeo, con un dubbio sistema di valutazione sulle proprietà organolettiche.

E’ questo il tema di apertura di Regioneuropa,il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella, in onda domenica 24 aprile dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre ed in live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.rai.it : Antonio Silvestri ricostruisce le fasi della bocciatura a Strasburgo,che porterà la Commissione Europea a dover rivedere il regolamento che consentiva questo tuipo di etichettatura dei prodotti alimentari.

Dunque niente più bollini a semaforo,verde sui bibite gasate e rosso sul Parmigiano Reggiano tanto per sottolineare una delle tante assurdità, ma il ritorno a criteri basati sulle certificazioni europee di eccellenza. Una vittoria del local agroalimentare dei territori italiani, sottolineato  dal ministro delle Politiche agricole Martina, che spiega a RegionEuropa come l’Italia andrà avanti con determinazione, sia dalle Organizzazioni professionali del settore come la Coldiretti, che ha ricordato come l’etichetta intanto sia stata adottata dal 98 per cento dei supermercati inglesi penalizzando i prodotti tipici italiani, e come la Confagricoltura che chiede che siano intraprese adeguate iniziative educazionali, mentre una nutrizionista del CREA, Il Consiglio per la ricerca in agricoltura, spiega perché è necessario rivedere le informazioni ai consumatori e quali sono le indicazioni più importanti da leggere in etichetta.

Gli europarlamentari De Castro ,Lavia e Zullo , riepilogano quindi il lavoro fatto dall’Italia verso gli altri paesi dell’UE per raggiungere questo importantissimo risultato.

Ancora il local protagonista,quindi, con la cronaca della consegna del marchio IGP al pane toscano,riconoscimento ritirato a Bruxelles ,fra gli altri,dal Presidente della Regione toscana Enrico Rossi.

Il settimale europeo della tgr affronta quindi il tema della presenza a Bruxelles non solo della comunità internazionale che ruota intorno alle diverse istituzioni europee ma anche di quelle migliaia di giovani che attraverso master e stages vivono e lavorano nella capitale dell’’Unione con bisogni di formazione spesso diversi ed articolati,come spiega Matteo Lazzarini , segretario generale della Camera di Commercio belgo italiana a Bruxelles,autore di una ricerca realizzata in collaborazione con Occitabel.    

Ospiti di Dario Carella a Bruxelles e Strasburgo il Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo Antonio Tajani e il Presidente della Commisisone per i rapporti con il Maghreb africano Antonio Panzeri annunciano le nuove iniziative per ottenere verità e giustizia epr Giulio Regeni ,mentre l’europarlamentare del Pd Cecilie Kyenge spiega come l’Europarlamento intende modificare radicalmente il Trattato di Dublino.

In conclusione della puntata di RegionEuropa l’appuntamento con  “IMPRESE E TERRITORI”, lo spazio dedicato alle PMI con due eventi business to business per imprese della Regione Adriatico Ionica e per il settore della ristorazione, offerte di tecnologia e opportunità commerciali.