RegionEuropa domenica 31 gennaio 2016

Domenica 31 gennaio RegionEuropa,il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella, in onda dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre dedica una pagina speciale alle

Celebrazioni del Giorno della Memoria, proponendo i passi salienti del discorso al Quirinale tenuto lo scorso 27 gennaio dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cronaca della celebrazione svoltasi al parlamento Europeo con il presidente ed il vice presidente dell’assemblea Martin Schultz e

David Sassoli, e con una intervista allo scrttore Ganriele Nissim, presidente di Gariwo Il Gairdino dei Giusti di Milano, che per l’occasione presenta il suo ultimo lavoro “La lettera a Hitler”, la storia di Harmin Wegner, un aristocratico tedesco che fu fra i primi combattenti contro il genocidio degli ebrei e la Shoa.

Con questi servizi, il settimanale europeo della Tgr conclude la lunga programmazione della Rai dedicata alla commemorazione del genocidio ebrario perpetrato dai nazisti nel corso del secondo conflitto mondiale.

Quindi RegionEuropa propone due temi dell’attualità europea legata ai territori locali: i fondi regionali entrati nella fase operativa con i Piani di intervento Nazionale,i PON,e i Piani di Intrevento Regionale,i POR, e la strategicità delle regioni del Mezzogiorno d’Italia,emrsa a bruxelles durante la presentazione dell’ultimo rapporto Svimez, strategicità del sud nelle politiche europee di coesione sociale, sottolineata da adriano Giannola,presidnte dell’istituto di ricerca,dal Vice Presidente della Commissione per le politiche regionali del Parlamento Europeo e dal Capogruppo socialista Gianni Pittella.

In queali modi,tecnicamente e praticamente le regioni italiane dovranno perare nella nuova programmazione regionale 2014/2020, viene illusrato da matteo Lazzarini,segretario generale della camera di Commercio Belgo Italiana,e dall’europrogettista Marcello Missaglia.

Il secondo tema è quello dell’agricoltura italiana nel global europeo: nell’anno in cui si avvia la revisione della Politica Agricola Comune, Antonio Silvestri affronta i numerosi i temi di contenzioso tra il settore agricolo italiano e la politica attuata dalla Commissione europea. A partire dall’attacco ai vini identitari che permetterebbe, ad esempio, a chi coltiva il vitigno lambrusco in Portogallo di chiamare il suo vino Lambrusco, e che riguarda soprattutto le produzioni italiane e, in minor parte quelle francesi. Ma oggetto di attenzione sono anche le scelte sull’import di olio tunisino a dazio zero o sulle restrizioni a causa del virus degli ulivi o sulla difesa blanda delle denominazioni nelle trattative con gli Usa.

Infine torna,ancora con Antonio Silvestri l’appuntamento con UE IMPRESE E TERRITORI, lo spazio dedicato alle PMI un’iniziativa organizzata dall’Eurosportello Enterprise Europe Network di BIC Lazio in collaborazione con la Regione Lazio, per sostenere la partecipazione delle PMI del Lazio ai bandi comunitari, 2 incontri B2B e un’offerta di partnership commerciale.

RegionEuropa è in diretta live streaming ai siti  www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.rai.it