RegionEuropa domenica 17 gennaio 2015

Il local dei territori italiani a confronto con le decisioni che vengono prese a Bruxelles dalle Istituzioni europee è il filo conduttore della puntata di domenica 17 gennaio di RegionEuropa, il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno ed in live streming ai siti  www.rainews.it/TGR e ww.regioneuropa.rai.it.

In primo piano le conseguenze che vi saranno sull’industria manifatturiera  dei distretti ,calzaturiero,tessile-abbigliamento,agroalimentare per la decisione presa dall’Organizzazione Mondiale del Commercio e che Bruxlles intende mettere in atto, di concedere alla Cina lo status di paese commerciale ad economia di mercato,cosa che provocherebbe una vera e propria invasione di prodotti manufatti della seconda potenza mondiale, nei 28 paesi dell’UE ,senza che questi manufatti debbano più sottostare a dazi e tasse doganali,come invece continuerebbe ad avvenire per i prodotti europei esportati in Cina.

Il Movimento 5 Stelle, attraverso i suoi eurodeputati, ipotizza l’avvento di un “Generale inverno “ per l’industria europea ed in particolare per quella italiana e da Bruxelles ha lanciato,isnsieme ai Popolari ed ai Socialisti,un vero e proprio allarme: a RegionEuropa ne parlano l’esponente del Movimento David Borrelli,che è Presidente dell’Efd,la formazione europea a di cui fanno parte gli europarlamentari grillini,  e gli europarlamentari di Forza Italia Salvatore Cicu e Massimiliano Salini ; un modo per contrastare questo “attacco” al local italiano è quello di fare sistema , spiegano quindi, l’europarlamentare del PD Andrea Cozzolino,il presidente della Camera di Commercio Belgo Italiana di Bruxelles e l’europrogettista Marcello Missaglia,soprattutto utilizzando a rete e in maniera macro i fondi regionali disponibili nella programmazione

europea 2014-2016.   

In apertura il settimanale europeo della Tgr propone una intervista al capogruppo del movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo Piernicola Pedicini su quelli che saranno i temi centrali di quest’anno nell’agenda europea e la posizione del Movimento: “guardiamo come sempre agli interessi dei cittadini che per noi sono al primo posto dell’azione parlamentare politica-spiega Pedicini- e quindi faremo in modo che la Commissione d’Inchiesta sulla Wolswagen ed in generale sulle truffe ambientali possa svolgere il suo lavoro con grande celerità e trasparenza,portando quindi in Aula proposte concrete che evitino in futuro il ripetersi di “affaires” del genere”.  

Infine a RegionEuropa un primo bilancio del programma “Frutta e Latte nelle Scuole”, anche quest’anno  adottato negli istituti dell’istruzione primaria su spinta italiana con una decisione del Parlamento Europeo: Paolo De Castro del PD e capogruppo SD nella Commissione Agricoltura dell’Europarlamento spiega i vanaggi non solo per la coretta educazione alimentare degli studenti ma anche per la nsotra industria del settore e ,in generale,per l’agricoltura italiana.