RegionEuropa domenica 22 marzo 2015

I droni per uso civile si stanno diffondendo nei paesi dell’Unione Europea dove stanno cominciando a rappresentare un settore in espansione e tale da essere considerato dagli indicatori economici e statistici come uno dei fattori che nel quadro del Piano Junker potrà contribuire alla crescita economica e dell’occupazione. È questo l’ argomento di apertura della puntata di RegionEuropa ,il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella in onda domenica 22 marzo su Rai 3 ed in live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Farello.
Il viaggio di Antonio Silvestri nel mondo dei droni civili e del loro sviluppo parte da Roma , dalla Link Campus University diretta da Pasquale Russo e che è stata riconosciuta dall’ Enec come unico Ente in Italia che rilascia l’abilitazione al pilotaggio dei droni civili con peso inferiore ai 25 kg, e termina a Bruxelles e a Riga perché la Commissione Europea e la Presidenza lettone dell’ UE stanno preparando una direttiva che regolamenti l ‘uso di questi apparecchi iper tecnologici ma già entrati nella vita quotidiana di molti , salvaguardando i diritti dei consumatori,a partire dal diritto alla privacy.
Del Piano Junker , di come Parlamento Europeo e Commissione lo stanno implementando in vista della sessione plenaria del PE che si svolgerà a giugno a Strasburgo, di come funzionerà praticamente,Dario Carella comincia a parlarne con una serie di interviste realizzate a Strasburgo, a cominciare con quella a Gianni Pittella, Presidente del gruppo parlamentare socialista europeo : “faremo un piano efficace,snello,con finanziamenti dedicati a pochi,mirati e strategici obiettivi quali lo sviluppo della banda larga, delle infrastrutture locali dentro le reti di trasporto globale, delle società e delle tecnologie dell’informazione e della conoscenza, della scuola e della formaIone. Siamo stati noi socialisti e democratici europei, con la presidenza italiana dell’Unione sotto la guida di Matteo Renzi, a chiudere con l’Europa dell’austerità e della fissa dei bilanci,e ad aprire la stagione dell’Europa della crescita e dell’incisione sociale. Oggi,afferma ancora Il Capogruppo dei socialisti al Parlamento Europeo nell’intervista a RegionEuropa, stiamo cambiando realmente verso alle politiche europee”. 

A RegionEuropa è ospite anche il Vice Presidente Vicario dell’Europarlamento Antonio Tajani, FI PPE, che interviene a proposito della decisione del governo italiano sulla riforma delle banche popolari , riforma oggetto di una interpellanza in quanto ,a parere di Tajani, non sarebbe in linea con le direttive europee in materia.

Il digital divide e il suo superamento in Italia come nel resto dei paesi europei, con quali strumenti operativi e con quali strumenti regolatori affinché siano rispettate parità di condizioni per tutti,operatori e consumatori, è un altro dei temi che affronta il settimanale europeo della TGR nella puntata di domenica: ospite a Bruxelles il Consigliere dell’ AGCOM Antonio Preto,docente all’università di Bologna.
Si torna quindi ai territori locali con Antonio Silvestri, che spiega i contenuti del Programma Operativo nazionale Istruzione, uno dei programmi che ha fatto registrare i migliori risultati di spesa dei fondi comunitari per il periodo 2007 2013. Gestito direttamente dal Ministero dell’Istruzione, ha permesso nelle regioni dell’obiettivo convergenza di abbassare il tasso di dispersione scolastica accorciando la differenza con le Regioni del centro nord.
Il PON Istruzione ha coinvolto il 95% delle scuole di Campania, Puglia, Calabria e Sicilia impegnando il 100 per cento dei Fondi. A Regioneuropa Annamaria Leuzzi, Responsabile dell’Autorità di gestione del Ministero, fa il punto sulle novità introdotte nel prossimo periodo di programmazione che include anche Abruzzo, Molise e Sardegna e tutte le regioni del Centro nord. Il Programma coinvolge 3 milioni di studenti ma anche i loro insegnanti, le amministrazioni scolastiche e si interlaccia con altri programmi nazionali che possono avere dei legami come quello dedicato all’Inclusione e con i POR delle Regioni.
In conclusione di puntata , anche RegionEuropa partecipa alla settimana per la legalità che ha attraversato questa settimana ,con una campagna nazionale, tutta programmazione della Tgr, nei suoi programmi di informazione televisiva , radiofonica e sul web, con un servizio sul riciclaggio del denaro, favorito,secondo,una recente ricerca condotta dagli europarlamentari del Movimento 5 Stelle, anche dal fatto che ,unica moneta al mondo sottolinea il deputato europeo del Movimento

Ignazio Corrao, l’ euro ha il taglio da 500 , tale che, a suo parere, che favorirebbe il riciclaggio del denaro sporco.