RegionEuropa domenica 15 marzo 2015

Superare il digital divide in tutti gli ambiti dell’ICT e soprattutto a partire dalla scuola, con la capactà di connettere in rete le classi e gli istituti dei territori più svantaggiati dell’Unione Europea : è uno degli obiettivi dell’AGENDA DIGITALE varata dalla Commissione di Bruxelles e i cui contenuti saranno al centro della puntata di RegionEuropa,il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella in onda domenica 15 marzo dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre ed in live streaming ai siti della Rai www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello.

In particolare si discuterà di come superare il digital divide nelle regioni italiane, a partire da quelle più svantaggiate ed in ritardo di sviluppo, con la messa in funzione al più presto della banda e anche con l’aiuto dei satelliti, che possono diventare,grazie all’attività dell’ESA,l’Ente Spaziale Europeo, una delle chiavi di intervento più efficaci. A discutere di questo tema,che rappresenta anche uno dei punti chiave del Piano Junker per la crescita e lo sviluppo dell’UE, saranno ospiti di Dario Carella a Bruxelles,nel nuovo studii studio “Agorà” del Parlamento Europeo , la Presidente della Commissione Cultura dell’Assemblea legislativa dell’UE Silvia Costa e il Presidente di Comicare Digitale Andrea Michelozzi, uno dei maggiori esperti europei nello sviluppo delle nuove tecnologie anche satellitari ed animatore a Lucca dell’annuale congresso che raggruppa tutti i più importanti player mondiali che operano nel campo delle tecnologie di nuova e nuovissima generazione.

E sempre da Bruxelles con Dario Carella, la cronaca della Giornata Europea dei Giusti, organizzata da Gariwo.Net , il network euro israeliano, che celebra i Giusti d’Europa, ovvero coloro i quali ,non ebrei, aiutarono concretamente a rischio della propria vita, le comunità ebraiche europee a sfuggire,per quanto fosse possibile,all’orribile destino dei campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale: a RegionEuropa, ne parlano con Gabriele Nissim ,lo scrittore italiano presidente di Gariwo che si è ungamente battuto perché l’UE riconoscesse la giornata europea del ricordo dell’Olocausto e della Shioa, il Vice Presidente Vicario dell’Europarlamento Antonio Tajani di Forza Italia e Vice Presidente del Partito Popolare Europeo e Gianni Pittella Capogruppo del PSE SD all’Europarlamento.

Il settimanale europeo della Tgr torna quindi ad occuparsi della lotta all’agropirateria che colpisce nel mondo e nei paesi del nord Europa in particolare i  prodotti dell’eccellenza agroalimentare italiana: un reportage di Antonio Silvestri ha scoperto che oltre che dalla contraffazione il maggior danno per le produzioni di qualità viene

dalle imitazioni e dalle evocazioni in etichetta. Lo afferma ,a RegionEuropa, il Presidente del Consorzio di Tutela dell’Aceto balsamico di Modena IGP, Berni, in occasione della presentazione di una ricerca di Nomisma sulla conoscenza del termine balsamico da parte dei consumatori italiani e stranieri. Troppi i prodotti che evocano il vero Aceto balsamico attuando così una forma di concorrenza sleale che si chiede all’Europa di contrastare.

Intanto il sistema dei controlli italiano funziona, con un’articolazione molto completa, e anche il pericolo dell’agropirateria via internet, attraverso l’e commerce, viene combattutto. Il solo Ispettorato Repressione Frodi del Ministero delle Politiche agricole è riuscito a far levare dagli scaffali virtuali del web oltre 150 prodotti mentre l’Italia ha chiesto circa 230 volte in un anno l’intervento ex officio di altri Stati contro le imitazioni quando gli altri Paesi non fanno più di 4 o 5 richieste l’anno. Lo afferma a Regioneuropa il Capo Dipartimento dell’Ispettorato, Vaccari, mentre il Presidente dell’Associazione dei Consorzi di tutela, Liberatore, chiede che una maggiore unione tra i produttori per far fronte a questo grave problema.

Concluderà l’appuntamento domenicale di RegionEuropa, la rubrica OPPORTUNITA’ EUROPA realizzata in collaborazione con Europe Direct Emilia: Antonio Silvestri illustra il

il Programma Interreg Central Europe che interessa tutte le regioni settentrionali, offerte di impiego a Madrid, Firenze e Parma, e il Concorso “Foglia verde europea” che premia il miglioramento dell’ambiente urbano in città tra i 50 e i 100mila abitanti.