RegionEuropa domenica 18 gennaio 2015

Puntata speciale dedicata alla fine del semestre italiano di Presidenza dell’Unione Europea e alle reazioni in Europa dopo l’attentato terroristico di  Parigi domenica 18 gennaio di RegionEuropa,il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella ,in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno.

Da Strasburgo la cronaca del discorso tenuto dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi , e i commenti di Antonio Tajani,Gianni Pittella,Ignazio Corrao,Giovanni la Via e Mara Bizzotto : per Tajani,Vice Presidente Vicario del parlamento Europeo, il semestre italiano ha deluso, non avendo ottenuto risultati sul Made In e sui visti per i turisti dei paesi extraeuropei che verranno a Milano per l’Expo 2015,mentre nella lotta al terrorismo ,a parere dell’esponente di Forza Italia e del Partito Popolare Europeo,occorre che l’UE rafforzi la cooperazione interna in materia di intelligence e nella creazione di una forza rapida di intervento nelle situazioni di crisi,a difesa delle basi comuni della propria identità politica e culturale; per il Capogruppo dei Socialisti e dei Democratici all’Europarlamento Gianni Pittella, il semestre a guida italiana è stato non solo positivo in generale ma soprattutto per essere stato capace di rompere la politica dell’austerità e del rigore a senso unico a favore della crescita e dell’inclusione sociale,con il Piano Junker fortemente voluto dal centro sinistra europeo e dai socialisti. “Si è sgretolato un muro che sembrava immutabile-afferma Pittella a RegionEuropa-, siamo riusciti non solo ad ottenere 315 miliardi Euro nei prossimi tre anni a favore della crescita, ma grazie alla determinazione nostra e della Presidenza Italiana dell’Unione,si è ottenuto che i progetti in cofinanziamento per le opere infrastrutturali ,anche quelle previste dai fondi regionali, non siano calcolati all’interno del patto del 3%”.

Per quanto riguarda la lotta al terrorismo Pittella sottolinea la necessità che l’UE definisca un’intelligence comune che sappia intervenire a monte,scoprendo le identità dei “foreigns fighters” che fanno basi ,spesso dormienti,all’interno dei paesi europei,e ,rifuggendo da ogni guerra di religione che dinirebbe per favorire i terroristi, sappia coinvolgere nella gerra contro il Califfato Islamico dell’Isis anche la Russia e gli altri attori nel teatro arabo e mediorientale.

Un giudizio positivo sulla Presidenza Italiana dell’UE viene espresso anche da Giovanni La Via,europarlamentare del NCD Popolari europei, mentre il Capogruppo del movimento 5 Stelle al parlamento Europeo Ignazio Corrao definisce “deludente e troppo caricata di significati al di là di quello che si poteva fare realmente” l’operato di Renzi nel semestre che si è concluso il 31 dicembre, ed esprime multi dubbi sull’efficacia del Piano Junker per la crescita in quanto si tratta “di un piano futuribile,che parla al futuro di interventi futuribili,mentre l’Europa è in deflazione e crescono disoccupazione e disagio sociale”.

Giudizio egualmente negativo, anzi “molto negativo” da parte dell’Europarlamentare della Lega Mara Bizzotto, che per la lotta al terrorismo chiede la revisione del trattato di Schenghen e un coordinamento delle intelligence europee capace di fermare i flussi migratori dei clandestini fra i quali “ si annidano i terroristi”.

Sempre sul semestre italiano,Antonio Silvestri ha intervistato il Sottosegretario alle Politiche Europee Sandro Gozi che illustra anche tecnicamente nel dettaglio quanto ha fatto l’italia nel semestre di guida dell’UE, ottenendo risultati che alla vigilia non erano scontati e che fanno dire con Matteo Renzi che con la Presidenza Italiana l’europa “ha cambiato verso”, facendo tornare al primo posto la politica invece che le burocrazie di Bruxells.

In conclusione della puntata speciale di RegionEuropa due appuntamenti: quello con Angoli d’Europa di Anna Di Benedetto e quello di Opportunità Europa di antonio Silvestri,realizzato in collaborazione con Europe Direct Emilia: opportunità di lavoro e studio,progetti e partenariati all’interno dell’UE e delle sue maggiori istituzioni.

RegionEuropa è on live in diretta live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it e www.regioneuropa.blog.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello