RegionEuropa 4 gennaio 2015

Si apre con un servizio di Antonio Silvestri dedicato al semestre lettone di presidenza dell’Unione Europea la puntata di domenica 4 gennaio di RegionEuropa ,il settimanale europeo della Tgr curato dal vice direttore dei Tg regionali Dario Carella,in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno ed in diretta live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it

www.regioneuropa.blog.rai.it e www.tgr.rai.it : fra i punti programmatici annunciati da Riga la competitività con particolare riguardo al Piano Junker di investimenti da 315 miliardi, l’Europa digitale e l’Europa “coinvolta” nei processi di relazione col partenariato verso i Paesi dell’Est e nella crisi Ucraina e i rapporti con la Russia.

Nel corso del semestre a guida lettone, sono previsti 200 appuntamenti, la gran parte in programma a Riga e in particolare nella nuova Biblioteca Nazionale: la Lettonia ,che ha adottato l’Euro dal 1 gennaio 2014 e, come previsto dal Trattato di Lisbona, fa parte di un terzetto di Paesi che attua un più vasto programma di governo dell’UE, insieme all’Italia che l’ha preceduta e al Lussemburgo che subentrerà dal 1 luglio 2015. A commentare cosa ci si aspetta dal semestre lettone di presidenza dell’UE sarà ,da Bruxelles,Matteo Lazzarini, segretario generale della Camera di Commercio Belgo Italiana che ha in corso numerosi progetti europei di partenariato con i paesi baltici ,soprattutto nel campo dell’ITC.

Nella prima puntata del nuovo anno del settimanale europeo della Tgr, torna il notiziario Qui Bruxelles Qui Strasburgo curato da Dario Carella che propone un intervista con il presidente della Cia Dino Scanavino sull’aumento della produzione di agricoltura biologica nei paesi europei e su quali sono le opportunità che può cogliere l’italia, con l’europarlamentare del PD Michela Giuffrida ,della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo,su come l’aumento del bio cambierà le regole in campo agricolo; una intervista con Sergio Cofferati su cosa l?UE può fare per Genova e la Liguria dopo le alluvioni dei mesi scorsi; sulle opportunità che il programma Horizon 2020 riserva alle aziende del settore biomedicale mentre ncora Antonio Silvestri proporrà i risultati del rapporto che la Fondazione Qualivita ha realizzato sulle  produzioni tutelate

con la Dop e le IGP dall’Unione Europea: è noto che l’ Italia è leader in Europa per le pruzioni di alta qualità alimentare tutelate dai marchi dop e igp con 269 prodotti, seguita dalla Francia con 219 e dalla Spagna con 180.

Il rapporto Qualivita rileva come sia cresciuta la quota di fatturato di questi prodotti derivata dalle esportazioni mentre si continua a rilevare una forte concentrazione di valore su poche denominazioni: le prime dieci rappresentano l’81 per cento del totale fatturato. Al top Grana Padano, Parmigiano reggiano e mela Alto Adige IGP. A Regioneuropa i commenti del Ministro delle Politiche agricole Martina, che ha annunciato un Forum sulle Indicazioni geografiche durante l’Expo di Milano per confrontarsi sulle tutele, del Presidente dell’Associazione dei Consorzi di tutela, Liberatore, sull’importanza di fornire maggiori informazioni al consumatore e del Prof. Mattiacci dell’Università La Sapienza di Roma che ha rilevato come la distribuzione può diventare un luogo di formazione dei consumatori. Il Presidente del Consorzio di Tutela dell’Arancia rossa di Sicilia, Rapisarda, sottolinea invece i legami di queste produzioni col territorio e la necessità di essere competitivi anche rispetto agli altri Paesi del Mediterraneo.

Da Milano,con il montaggio di Stefano Carrone,le immagini del progetto “IN CAMPO 2” realizzativo dalla Cooperativa Fondazione Minotauro Onlus, con un gruppo di ragazzi che hanno proposto,sotto la guida di Melina Mulas, le loro visioni del paesaggio urbano filtrato dall’obiettivo della macchina fotografica, e a conclusione della puntata di RegionEuropa l’appuntamento con le opportunità offerte da Bruxelles commentate da Antonio Silvestri e con le immagini degli “Angoli d’Europa” commentate da

Anna Di Benedetto  e montate da Andrea Baldrati.