RegionEuropa di domenica 30 novembre 2014

Un’ Europa un po’ “nonna” e che deve “risvegliarsi” di fronte alle sfide di un mondo profondamente cambiato; un’ Europa che non può permettere e permettersi che il Mar Mediterraneo diventi un cimitero per chi scappa dalle guerre e dalla fame, che deve saper accogliere migranti e richiedenti asilo,come pure garantire il lavoro e la dignità del lavoro e dei lavoratori; un’Europa che deve sapere riscoprire le proprie radici cristiano giudaiche e saper parlare al mondo senza paura.

E’ stata definito quasi un’Enciclica sull’Europa il discorso tenuto da Papa Francesco questa settimana davanti al Parlamnto Europeo riunito in seduta solenne a Strasburgo e quindi davanti al Consiglio d’Europa: RegionEuropa ,il settimanale europeo della Tgr curato da Dario Carella, dedica la puntata di domenica 30 novembre in onda dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre , in gran parte alla visita del Pontefice alle due Istituzioni Europee. Verranno riproposti i passi centrali del discorso del Papa e quindi i commenti,cosa hanno provato i rappresentanti italiani nell’Assemblea legislativa europea: il Vice Presidente Vicario dell’Europarlamento Antonio Tajani di Forza Italia Popolari Europei, di David Sassoli Vice Presidente del Parlamento Europeo per i socialisti e deocratici europei, di Giovanni La Via del Nuovo Centro Destra Popolari Europei e di Gianni Pittella Capogruppo all’Europarlamento del Pse SD.

Antonio Silvestri ha invece raccolto il commento del vaticanista di Panorama Ignazio Ingrao , secondo il quale é importante sottolineare come il Papa abbia messo al centro del suo discorso e dell’Europa la persona nella sua complessità e si sia soffermato particolarmente sul ruolo delle democrazia che non si può limitare alla dialettica all’interno del Parlamento. Papa Francesco ha anche invitato ad andare oltre il dibattito sulle radici cristiane dell’Europa mirando ad un Unione al servizio dell’uomo e che guardi al futuro realisticamente non rinunciando all’accoglienza e alla multiculturalità.

Sempre con Antonio Silvestri la puntata di domenica di RegionEuropa conclude la settimana di informazione della Tgr dedicata ai temi dell’immigrazione,proponendo una intervista con il neo Commissario Europeo all’Immigrazione  Avramopoulos, intervenuto alla Conferenza Euro Africana tenutasi a Roma: per il rappresentante dell’Esecutivo comunitario la politica di gestione delle frontiere è una priorità, tuttavia, un alto livello di sicurezza è compatibile con la piena protezione dei diritti degli immigrati; inoltre  Il controllo delle frontiere si deve applicare senza ledere i diritti, e quindi  apertura e sicurezza sono due pilastri ugualmente importanti per l’ Europa. 
Per Avramopoulos è’ necessario espandere i programmi di protezione nell’Africa del nord e corno d’Africa: la nuova Commissione Europa- spiega nell’intervista di Antonio Silvestri- è ben attrezzata per affrontare questi problemi; dieci anni fa tutti pensavano che il problema riguardasse solo il sud dell’Europa. Ora tutti vedono che si tratta di un problema di tutta l’UE.

Concluderà la puntata di RegionEuropa il consueto appuntamento con gli “Angoli d’Europa” di Anna Di Benedetto, che questa settimana incontrano l’arte di Vincenzo Gemito, scultore Napoletano che tra la prima e la seconda guerra mondiale ebbe un grande successo in tutta Europa, in particolare in Francia.  La Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale dedica una mostra alla sua Collezione  ne scaturisce un affresco storico ed artistico poco conosciuto al grande l pubblico ma di grande interesse. Un modo per non dimenticare un artista ancora oggi sospeso tra realtà e leggenda.

Il settimanale europeo della Tgr è in diretta streaming ai siti www.regioneuropa.blog.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello