RegionEuropa domenica 21 settembre 2014

Secondo appuntamento domenica 21 settembre con “RegionEuropa”, il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno e che continu ad avere al centro dei serizi il semestre italiano di Presidenza dell’Unione Europea.

Così in apertura Antonio Silvestri racconta “ La promessa dell’Europa” , uno degli eventi più rilevanti intorno alle tematiche della comunicazione e dei servizi pubblici in Europa, promosso dalla Presidenza italiana e dalla Commissione europea in collaborazione con Ministero dello Sviluppo economico e con l’Eurovisione: un’occasione

per riflettere sul deficit comunicativo dell’UE che contribuisce a creare diffidenza verso l’Unione.

Di qui la necessità, come ha sottolineato la Presidente della Rai Anna Maria Tarantola, di essere in grado di fornire informazioni che possano contribuire a crearsi un’opinione, “informare e non influenzare” : la Presidente Tarantola ha anche chiesto una regolamentazione dei servizi pubblici europei che faciliti la collaborazione tra le tv di diversi Paesi e l’armonizzazione di regole a livello europeo. La Presidente della Rai ha anche sottolineato che verrà data maggiore attenzione alle culture nazionali, tenendo presenti le differenze ma evidenziando ciò che ci unisce, ed ha sottolineato che la presenza del servizio pubblico é una garanzia di concorrenza.

Il Sottosegretario agli Affari Europei Sandro Gozi ha invece auspicato una grande alleanza dei media pubblici perché si sviluppi un grande spazio di informazione globale europea, indispensabile per l’informazione e il confronto e necessari ad una vera democrazia europea; per il sottosegretario allo Sviluppo economico Antonello Giacomelli 
il servizio pubblico è indispensabile purché sia in grado di adeguarsi ai cambiamenti e l’Europa deve essere più ambiziosa per giocare un ruolo decisivo nello scenario internazionale. La Presidente della Commissione Cultura del Parlamento europeo, Silvia Costa, ha infine rilevato che è centrale il rilancio di questi temi con l’obiettivo di una maggiore legittimazione democratica fornita anche dagli strumenti di comunicazione.
Sempre fra le iniziative del semestre europeo , l’intitolazione nella sede del Parlamento Europeo a Strasburgo di una sala allo scomparso senatore a vita Emilio Colombo, già Presidente del Parlamento Europeo,ed esponente per un cinquantennio della Democrazia Cristiana in Italia ed in Europa; l’Europarlamento, riunito in sessione plenaria nella Città Capitale d’Europa dalla fine del secondo conflitto mondiale, ha quindi stabilito il calendario delle audizioni dei nuovi Commissari Europei che si svolgeranno dal 29 settembre al 7 ottobre: intervenendo a “RegionEuropa” il portavoce del Parlamento Europeo Jaume Duch illustra come le audizioni dei Commissari designati potranno 
essere seguite in live streaming in tutti e 28 i paesi dell’Unione e che i cittadini dei 28 paesi potranno inteagire anche attraverso twitter.
Dal punto di vista politico continuano le punture di spillo fra popolari e socialisti a proposito di quale dovrà essere la nuova politica economica della Commissione Europea: il Capogruppo del Pse all’Europarlamento Gianni Pittella ,che ha presieduto un incontro a Strasburgo con “Lady Pesc” , il Ministro degli Esteri Federica Mogherini, se non vi sarà un cambio radicale di politica economica e sociale la Commissione Junker non vedrà la luce con gli attuali Commissari designati,mentre il coordinatore dei socialisti in Commissione Agricoltura Paolo De Castro ribadisce a “RegionEuropa” che senza i 300 miliardi da spendere per la crescita nei prosimi tre anni, tutti gli accordi salteranno.     
A “RegionEuropa” domenica interviene anche ,intervistato da Dario Carella,il nuovo presidente della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo,Giovanni La Via asponenti del Ncd che ha aderito al Ppe, che anticipa quale sarà il rpogramma di legislatura in rapporto con la strategia del 20-20-20 varata dalla CE,  mentre dalla redazione regionale di Firenze ci sarà la cronaca della riunione delle regioni europee sui nuovi fondi 2014-2020 con l’intervento del Presidente della Toscana Enrico Rossi.
Con la seconda puntata di domenica 21 settembre,ritorna a “RegionEuropa” l’appuntamento con “Opportunità Europa” : in collaborazione con “Europe Direct Emilia”, Antonio Silvestri spiega le caratteristiche del bando di “Europa creativa” per il sottoprogramma “Cultura”, che riguarda progetti di cooperazione sia su piccola sia su ampia scala, offerte di impiego nelle Agenzie UE e un concorso fotografico sull’ambiente.
TIn conclusione della puntata del settimanale europeo della Tgr, gli “Angoli d’Europa” di Anna Di Benedetto   , che questa settimana propone ai telespettatori una 
opera straordinaria che  fin dal 1700 ha appassionato intellettuali e turisti europei: si tratta della Fornarina di Raffaello  conservata oggi a Roma a Palazzo Barberini.  
“RegionEuropa” è in live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello.