RegionEuropa domenica 14 settembre 2014

Riprende domenica 14 settembre su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno “RegionEuropa”, il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella che si occupa dei rapporti fra le regioni e i territori locali italiani e le istituzioni comunitarie dell’Unione Europea.

In apertura,nel quadro dei servizi sul semestre italiano di presidenza dell’UE, un’ intervista di Antonio Silvestri al Commissario alle Politiche Regionali Hahn che a Roma ha incontrato il governo italiano per discutere sui fondi europei per la coesione economica e sociale destinati alle regioni nei prossimi sei anni.

Hahn ,nell’intervista a “RegionEuropa” ha espresso soddisfazione per la determinazione dell’Italia all’utilizzo dei fondi 2014-2020 in programmi di sostegno alla crescita economica e all’occupazione. Per quanto riguarda la mancata spesa dei fondi messi a disposizione da Bruxelles negli scorsi anni,il Commissario Europeo alle Politiche Regionali rileva come “Alla luce degli errori commessi in passato è importante che in Italia si rafforzino le strutture amministrative che seguono e controllano i progetti europei perché è inaccettabile che progetti superiori ai 50 milioni di Euro vengano completati in 9 anni. Questi tempi vanno dimezzati.” Il servizio di Antonio Silvestri esamina inoltre lo studio effettuato da Eurispes nei giorni scorsi in cui si rileva che nelle regioni del cosiddetto “Obiettivo Convergenza” dell’UE , e che sono la Campania, la Puglia,la Calabria e la Sicilia si sono spesi il 42.8 per cento della cifra messa a disposizione  da Bruxelles per i fondi di sviluppo regionale, e quasi il 60 per cento dell’ammontare di quelli del fondo sociale europeo: e .proprio a prosoito di come dovranno essere meglio spesi i fondi nelle regioni meridionali, “RegionEuropa” ha intervistato Andrea Cozzolino,Vice Presidente della Commissione per le Politiche Regionali dell’Europarlamento.

Il settimanale europeo della Tgr propone quindi la cronaca di Dario Carella sul vertice dei capi di stato e di governo dell’unione che ha portato l’Italia ad ottenere ,come avevano chiesto il Premier Renzi e il Capogruppo del Pse Pittella al Parlamento Europeo, la nomina del Ministro degli Esteri Federica Mogherini a responsabile della politica estera e di sicurezza dell’Unione Europea e Vice Presidente del nuovo esecutivo comunitario guidato dal

popolare Junker.

Ancora i rapporti fra i territori locali e l’Europa nel servizio di Claudio Sargenti che esamina i piani operativi della prima macroregione europea la cui presidenza è stata affidata a Gianmario Spacca,Presidente delle Marche, e nella quale sono recentemente entrate anche due regioni italiane non marittime,ossia l’Umbria e la Lombardia; il Vice Presidente vicario dell’Europarlamento Antonio Tajani spiega invece le iniziative che,su richiesta dell’Ente  Risi e dei territori del vercellese e del novarese, la delegazione europarlamentare del nostro paese ha intrapreso per difendere il riso italiano sia nel mercato interno europeo che in ambito di Wto.

Ancora un servizio di Antonio Silvestri sull’indagine di Eurobarometro che ha esaminato come dopo le elezioni di maggio l’ Italia risulti in controtendenza nel sentimento di cittadinanza comune europea rispetto agli altri 28 paesi dell’Unione. Infatti, mentre come la media degli europei che si sente cittadino dell’UE risulta cresciuta dal 59 al 65 per cento , gli italiani si fermano al 47 per cento e quelli che non si sentono per nulla cittadini europei sono addirittura la metà  esatta del campione di Eurobarometro. Inoltre ,a conferma negativa della poca fiducia degli italiani in questo modello di Europa, risalta anche la percentuale di coloro che credono che la loro voce conti in Europa, solo il 19 per cento, rispetto al 42 degli europei, aumentati, questi ultimi, rispetto all’autunno scorso.

Per la media dei cittadini europei i principali problemi da affrontare rimangono , la disoccupazione e un cambiamento nella politica economica degli stati membri,anche se per la prima volta dopo 7 anni la la maggioranza dei cittadini europei ritiene che la situazione economica migliorerà.

Concluderà la puntata di “RegionEuropa” l’appuntamento con Anna Di Benedetto che in “Angoli d’Europa” , racconta la mostra in corso a Roma,a Palazzo Cipolla, dove due sale ricolme di foto rigorosamente scattate in Polaroid raccontano gli anni sessanta e settanta  visti da Andy Warhol: oltre 150 opere ,esposte per la prima volta in Europa, che descrivono l’iperbole artistica dell’icona della pop art.

Il settimanale europeo della Tgr è in onda anche in live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura

di Mario Fatello.