RegionEuropa domenica 23 marzo 2014

La cronaca dei due giorni del vertice  dei capi di stato e di governo dei 28 paesi dell’UE ,il primo per il Premier Matteo Renzi, aprirà domenica 23 marzo la puntata di RegionEuropa,il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella, in onda dalle 11,30 a mezzogiorno suRai Tre: con le parole del Presidente del consiglio,che ha anche annunciato alcuni appuntamenti del semestre europeo a guida italiana che comincerà il prossimo primo luglio, le opinioni i dei Vice Presidenti  dell’Europarlamento Gianni Pittella e Roberta Angelilli , i quali spiegano come dovranno essere resi operativi nei territori italiani i progetti cofinziati da Bruxelles nell’ambito dei programmi per le politiche regionali alla luce delle riforme varate dal governo e presentate ai partner europei ,nel corso del vertice, dal Premier Matteo Renzi. 
Del resto i Fondi europei per il periodo 2014/2020 sono strategici per far crescere l’Italia anche per quanto riguarda l’abbattimento del cosiddetto “digital divide” ed il reportage di Antonio Silvestri mostra come l’obiettivo di uniformare il più possibile i diversi territori locali sia una delle priorità dell’”Agenda Digitale” per i comuni.
A Roma l’Anci ha ospitato un incontro fra i sindaci dal quale è emersa la necessità di dare definitiva stabilità a quanto previsto dall’Agenda: il presidente dell’Anci, il Sindaco di Torino, Piero Fassino, spiega a “RegionEuropa” come sia importante che la spesa dei Fondi venga pensata avendo chiaro l’obiettivo delle smart cities e le necessità che le aree urbane hanno di sostenere la crescita, anche con le infrastrutture digitali mentre il direttore generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale, Agostino Ragosa, propone un apposito
PON, ossia un Piano Operativo Nazionale , per l’ Agenda digitale. Debora Serracchiani,presidente della Regione Friuli,annuncia invece un piano per la formazione digitale nella sua regione,una  formazione ritenuta indispensabile per accelerare i processi di crescita e i benefici a favore di tutti i cittadini, combattendo il “digital divide”.
L’attualità politica europea,in vista della campagna elettorale per le elezioni del prossimo 25 maggio,prosegue quindi con le interviste realizzate a Bruxelles e a Strasburgo da Dario carella con gli europarlamentari Paolo De Castro,Cristiana Muscardini,Paolo Bartolozzi, mentre intervistato da Massimo Calienda il Vice Presidente della Commissione Europea Antonio Tajani, spiega quali sono i progetti di Bruxelles per mantenere e aumentare l’industrializzazione del territorio campano.
Ancora Antonio Silvestri racconta come partendo da uno studio del Censis , ci si sia confrontati a Roma fra esperti su quanto l’Italia contribuisce al bilancio europeo e quanto torna indietro, legato sia  alle poste di bilancio che vedono il nostro Paese terzo contributore netto dell’UE, dopo Germania e Francia, sia a un quadro di quanto l’Italia rappresenta in Europa. L’Italia è infatti appetibile – afferma lo studio – soprattutto come mercato dinamico delle comunicazioni e come Paese manifatturiero (il secondo in Europa), e di conseguenza ha un potenziale di crescita complessivo che va ben al di la dei freddi meccanismi degli obiettivi di finanza pubblica.  A RegionEuropa il Direttore del Censis, Giuseppe Roma spiega le importanti peculiarità del nostro Paese, mentre il vice presidente dell’Aspen Institute Italia, Paolo Savona, come altri relatori, sottolinea la necessità di arrivare all’Unione politica, che secondo l’economista è possibile partendo dal mettere in comune il sistema scolastico a partire dalla scuola primaria.
In conclusione del settimanale europeo della Tgr gli “Angoli d’europa” di Anna Di Benedetto,che questa settimana  in occasione  della 22 esima  edizione della Giornata Fai di  Primavera, entrano nel  Teatro di Marcello a Roma , accompagnate da  Sofia Bosco   del Fondo per l’Ambiente Italiano.
“RegionEuropa” è on line e in diretta streaming ai siti della Rai www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello.