RegionEuropa domenica 2 giugno 2013

Con la chiusura della procedura di infrazione per eccesso di deficit decretata dalla Commissione Europea, l’Italia è tornata a pieno titolo fra i paesi virtuosi dell’Unione Europea: come ha sottolineato il Premier Enrico Letta è un successo rilevantissimo per il nostro paese,che si deve anche all’azione svolta dal precedente governo presieduto da Mario Monti ed ora di aprono prospettive concrete per politiche di crescita,nel rispetto del Trattato di Maastricht,anche per le nostre regioni che potranno tornare a beneficiare di fondi europei,come i Fas.
Di questa decisione di Bruxelles si occupa con approfondimenti e servizi,tra gli altri, “RegionEuropa”,il settimanale della Tgr a cura di Dario Carella,in onda domenica 2 giugno alle 11,30 su Rai Tre, esaminando innanzitutto con una intervista a Paolo De Castro,Presidente della commissione agricoltura del Parlamento Europeo, quali conseguenze positive potrà avere la nuova proposta di politica agricola europea per i territori italiani: con il 40% di impegni di spesa dell’intero bilancio comunitario, l’agricoltura resta il maggiore capitolo di spesa del bilancio UE, che si traduce per gli agricoltori italiani in sei miliardi di euro all’anno per i prossimi cinque anni,sei miliardi destinati sia al sostegno del reddito degli agricoltori che alle produzioni dell’eccellenza agroalimentare che hanno posto il nostro paese di gran lunga in testa alla classifica europea dei prodotti a marchio garantito e di qualità.
Il comparto agricolo , spiega De castro a “RegionEuropa” è il solo che in questi anni di crisi ha fatto registrare un’inversione di tendenza,con un aumento dell’occupazione e delle esportazioni a livello regionale, anche per effetto della nascita di nuove ,numerose aziende agricole gestite da giovani agricoltori.
in questo quadro è diventata strategica per il local italiano quella che a Bruxelles è già stata definita “la battaglia delle oliere”, ovvero delle bottiglie antirabbocco in uso nei ristoranti: si tratta di contenitori che impediscono ,appunto, di rabboccare,mischiandolo, l’olio d’oliva a marchio garantito e protetto con oli non di qualità certificata. Ebbene, come spiega il reportage di Antonio Silvestri, per intervento e pressione su Bruxelles,la Gran Bretagna ed i paesi del nord Europa hanno ottenuto dal Commissiario europeo all’agricoltura Ciolos che le bottiglie antirabbocco non siano più obbligatorie, procurando così un danno enorme alla nostra economia agroalimentare. A “RegionEuropa ” intervengono contro questo provvedimento europeo chiedendo la cancellazione il  Presidente della Confederazione Italiana Agricoltori, Politi, e il Presidente dell’Unaprol, Gargano.
Da Strasburgo,intervistata da Dario Carella, la Vice Presidente del Parlamento Europeo Roberta Angelilli illustra uno dei più importanti provvedimenti approvati negli ultimi anni dall’assemblea legislativa dell’UE,  che ri, che già assicura una protezione analoga nell’ambito del dirtto penaleguarda la protezione a livello dei 27 stati dell’Unione per le vittime della violenza di genere,un provvedimento che porta la firma della stessa Angelilli come promotrice. Le donne vittime di stalking,molestie e violenze che hanno ottenuto protezione nei loro paese grazie alle legislazioni nazionali, d’ora in poi godranno delle medesime protezioni legislative in tutta l’UE,senza ulteriori obblighi lavori nei paesi in cui risiedono,per lavoro,per motivi familiari o per turismo. la nuona norma completa definitivamente l’Ordine di Protezione Europeo, una conquista importantissima avvenuta ,non caso, in questo che è l’Anno dei Diritti e della cittadinanza europei.
il settimanale europeo della Tgr propone quindi un’intervista al Commissario Europeo alle politiche regionali Hahn in visita a Roma, dove ha incontrato il Ministro per la Coesione Territoriale Carlo Trigilia.
L’ Italia ,che nel corso dell’anno passato ha recuperato molti dei fondi regionali europei non ancora spesi grazie all’azione condotta dall’ex ministro Fabrizio Barca, deve spendere ancora ,entro ala fine di quest’anno, ben 31 miliardi di euro in progetti locali , una somma che è più quanto è stato speso finora. Per il Ministro Trigilia , nella programmazione europea 2014/2020 , l’Italia  dovrà concentrarsi maggiormente sui progetti locali in modo da non perdere più nemmeno un euro dei fondi europei destinati ai territori locali.
Dal Salone del Libro di Torino una riflessione di Enrico Sergio Ariotti sugli “Stati Uniti d’Europa” quale approdo del dibattito su futuro delle istituzioni europee in corso in tutti i paesi dell’Ue e a Bruxelles con le opinioni dell’ambasciatore Sergio Romano,del sindaco Piero Fassino,dell’economista Elido Fazi e del vice presidente Vicario dell’Europarlamento Gianni Pittella; da Milano Nicoletta Vismara spiega i contenuti del nuovo software libero europeo con l’Europarlamentare Patrizio Toia,membro della Commissione Ricerca Scientifica del PE.
concluderà la puntata di “RegionEuropa” gli “Angoli d’Europa” di Anna Di Benedetto: l’UE  ha messo in atto da tempo regole e linee guida comuni per la tutela del patrimonio artistico. “Angoli d’Europa”   con  immagini   di capolavori  rinvenuti in scavi clandestini ,  e  un  filmato d’autore dell’infallibile ed indimenticabile  Peter Sellers ,  indaga con Mario Lolli Ghetti  curatore scientifico   della mostra in corso a Castel Sant’Angelo ,  lo stato attuale della ricerca   tra recuperi, ritrovamenti e confronti . 
“RegionEuropa” è in live streaming e on line al sito  www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza