RegionEuropa domenica 11 novembre 2012

L’ Agenda Digitale Italiana,che recepisce nel provvedimento cosiddetto “Cresci Italia” l’Agenda Digitale Europea varata dalla Commissione di Bruxelles, è al centro della puntata di “RegionEuropa”,il settimanale della Tgr,curato dal vice direttore dei tg regionali Rai Dario Carella,in onda domenica 11 novembre alle 11,30 su Rai Tre.
Con l’Agenda Digitale il nostro paese subirà,come altri paesi dell’unione,profonde trasformazioni,non solo per quanto riguarda i rapporti fra cittadini e PA, ma soprattutto nel superamento del “digital divide”, che impedisce attualemnte  ,in molti territori,il funzionamento di internet veloce. Oggi il nostro paese è al 29° posto su 172 Paesi nel collegamento a banda larga fissa con 22,8 abbonati su cento, e al 35° per la banda larga mobile. Una differenza ,per esempio, con la realtà di Svezia, Olanda e Francia, che mette a rischio gli investimenti stranieri; inoltre gli italiani  sopportano un divario digitale tra abitanti dello stesso paese con circa il 40 per cento senza internet contro  islandesi, norvegesi e olandesi, collegati per oltre il 90 per cento alla rete.
All’ “Opinione di ” Fabrizio Binacchi seguono il Ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca – che spiega a “RegionEuropa” i primi risultati raggiunti con l’apertura del portale “opencoesione.gov.it “, il Ministro per lo Sviluppo Economico Corrado Passera – che mette l’accento sulle ingenti risorse stanziate per il Mezzogiorno, sottolineando contemporaneamente l’Agenda Digitale tocchi concretamente sia i cittadini che le imprese: un esempio è la diffusione di otto milioni di carte d’identità elettroniche , la cui diffusione secondo il Ministro della funzione Pubblica Patroni Griffi prevede una copertura finanziaria che si riverberà anche nella prossima legislatura.
Antonio Silvestri racconta quindi la visita in italia del Presidente del Parlamento Europeo Martin Schultz , ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che  gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce come Presidente del’Assemblea legislativa dell’Unione ,”personalità della democrazia europea e amico dell’Italia”.
Alla cerimonia al Quirinale, insieme al Presidente del Consiglio Monti, hanno partecipato il sindaco e il vicesindaco di S.Anna di Stazzema, dove il Presidente del Parlamento Europeo lo scorso agosto ha partecipato alle celebrazione dell’anniversario dell’eccidio nazista nel corso del secondo conflitto mondiale.
Il Presidente della Repubblica, riferendosi al discorso tenuto da Schultz nella località emiliana, ha sottolineato come quell’intervento si possa accomunare a quello dell’ex Cancelliere Schmidt al Congresso della SPD tedesca, in cui risuonò fortemente la coscienza delle responsabilità e dei doveri della Germania democratica. Nel corso della sua giornata romana, il Presidente del Parlamento Europeo ha anche incontrato il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, il segretario del PD, Pierluigi Bersani, col quale ha discusso dei temi dello sviluppo e della crescita, e il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.
A “RegionEuropa” Schulz ribadisce l’importanza di un’Europa unita in cui l’Italia deve giocare un ruolo da protagonista perché le speculazioni sull’Euro continueranno e dietro l’idea di abbandonare la Grecia – ha aggiunto – c’è poi quella di mettere nel mirino Spagna e Italia e ricorda che la  rielezione di Obama consentirà di rivitalizzare le relazioni transatlantiche fra Europa e Usa.
Umbria e Basilicata sono le due regioni al centro del notiziario “Qui Bruxelles Qui Strasburgo”, con il capogruppo dell’Italia dei Valori al Parlamento Europeo Niccolò Rinaldi che denuncia la situazione delle acciaierie di Terni messe a rischio da una applicazione della direttiva sulla concorrenza che non tiene conto delle specificità locali, e con il Vice Presidente Vicario dell’assemblea Gianni Pittella che spiega i traguardi raggiunti dalla sua regione nel campo della cultura e del turismo.
Infine gli “Angoli d’Europa” di Anna Di Benedetto raccontano  le opere di Maurizio Valenzi, che fu non solo parlamentare europeo e sindaco di Napoli per il Pci  ma anche artista che fin da giovane trovò nella pittura una forma  elettiva di espressione .Una mostra a Roma,inaugurata dal Presidente della Repubblica Napolitano , ne rintraccia l’universo  creativo e la dimensione umana, attraverso cinquanta opere, tra oli e disegni, che descrivono una sorta di racconto, anche autobiografico,  di quel legame tra arte e politica che accompagnò tutta la vita di Valenzi. “RegionEuropa”  è trasmessa anche in live streaming al sito  www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza ,per la realizzazione di Rai Net.