Torna Regioneuropa, domenica 7 ottobre ore 11.30 Rai Tre

Da domenica 7 ottobre torna su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno “RegionEuropa”, il settimanale della Tgr,la Testata regionale della Rai,diretta da Alessandro Casarin.
Giunta al decimo anno di trasmissione, “RegionEuropa”,curata dal vice direttore dei tg regionali Dario Carella con la collaborazione di Antonio Silvestri, continua nella sua missione editoriale di servizio pubblico ad informare sulle attività della istitutuzioni europee, parlamento,Commissione,Consiglio e Comitato delle Regioni, mettendo in risalto il punto di vista del local dei territori italiani e delle loro rappresentanze istituzionali e sociali con quanto viene deciso a Bruxelles e Strasburgo,perchè ,ormai, l’ottanta per cento delle leggi degli stati nazionali dipendono dalle direttive,ossia dalle leggi europee.
Nel primo numero di domenica dallo studio dell’europarlamento a Bruxelles, il Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella,illustra come funzionerà l’Agenda Digitale Europa 2020,varata dalla Commissione e dal Parlamento Europeo,ed entrata in vigore in Italia con le decisioni di questa settimana prese dal governo Monti. Pittella lancia inoltre la proposta di una Assemblea Costituente dell’Ue da realizzarsi non più con una conferenza intergovernativa degli stati,ma con gli europarlamentari eletti direttamente dai cittadini, che duri un anno e che termini con proposte concrete che ,attraverso l’elezione diretta del Presidente della Commissione e dell’Unione Europee,realizzi gli Stati Uniti d’Europa,federali e composti dagli attuali stati nazionali,insieme alla trasfromazione della Bce in banca dell’unione con poteri di intervento,per favorire la ripresa,identici a quelli della Fed americana.
Un reportage di Antonio Silvestri porta all’interno delle problematiche finali della Pac ,la nuova politica agricola comunitaria,che sarà varata il prossimo anno. Fra queste quella relativa al cosiddetto “Pacchetto Qualita”,recentemente approvato dall’europarlamento e che contiene una serie di norme molto attese dal settore agroalimentare italiano per tutelare i prodotti certificati dall’agropirateria che danneggia il settore con imitazioni o richiami a elementi di italianità inesistenti.Le nuove norme inoltre contemplano regole di salvaguardia per le specialità tradizionali garantite come la pizza napoletana, introducono la definizione di produzione di montagna e estendono la tutela ad altri prodotti come il cioccolato italiano: il Ministro delle agricole Mario Catania sottolinea in una intervista come il governo seguirà attentamente la trattativa finale sulla Pac.
Nel notiziario settimanale “Qui Bruxelles Qui Strasburgo”, la cronaca della visita del Presidente dell’europarlamento Martin Schultz a Modena e Bologna, la riunione del Partito Popolare a Firenze con le opinioni del capogruppo a Strasburgo del PdL Mario Mauro, e degli europarlamentari Paolo Bartolozzi e Carlo Casini, come avverrà il rilancio del Porto di Gioia Tauro con i fondi comunitari spiegati dall’europarlamentare di SD Pino Arlacchi, e,ancora sull’agricoltura,un servizio di Antonio Silvestri sulla manifestazione organizzatata da 2Città dell’Olio”, che anche quest’anno da promosso il “Girolio d’Italia”, dedicata alla tutela del paesaggio ulivicolo, proprio quell’inestimabile habitat naturale che la proposta di riforma della Politica agricola comune vorrebbe minare attraverso il greening, la normativa ambientale sull’inverdimento che premia chi diversifica le colture e paradossalmente penalizzerebbe chi mantiene uliveti secolari come quelli della Puglia.
Anna Di Benedetto proporrà quindi gli “Angoli d’Europa” e concluderanno il primo appuntamento della nuova stagione di “RegionEuropa”, le opinioni di Ugo Finetti, direttore di “Critica Sociale Colloqui Italo Britannici- sulle prospettive di riforma delle istituzioni dell’Unione Europea e di Fabrizio Binacchi sulla formazione scolatisca sulla base di una ricerca svolta dalla fondazione “Alma Laurea”.
“RegionEuropa” è in diretta streaming al sito www.regioneuropa.rai.it curato da Claudio Lanza e al sito www.tgr.rai.it  e su Twitter @tgrregioneuropa