RegionEuropa domenica 15 aprile 2012

Cambia la mappa della delocalizzazione delle imprese italiane del Nord Est che non si trasferiscono più solo nei paesi extraeuropei ma addirittura portano le loro produzioni all’interno di quei paesi dell’Unione Europea dove il costo del lavoro e le condizioni di lavoro sono infinitamente più basse e peggiori: lo denuncia l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto intervenendo a “RegionEuropa” il settimanale europeo della Tgr curato dal vice direttore dei tg regionali Rai Dario Carella, in onda domenica 15 aprile alle 11,40 su Rai Tre.
L’europarlamentare della Lega Nord cita il caso di diverse aziende del Veneto che hanno delocalizzato in Polonia e chiede che Bruxelles vieti auesta pratica che impoverisce il tessuto produttivo del local italiano e fa aumentare il numero dei disoccupatii , in una situazione resa già drammatica della crisi conomica globale.
“RegionEuropa” propone quindi il racconto di una bella storia tutta italiana,quella della Astra GI BI EFFE,un’azienda del milanese, che ha ottenuto un brevetto europeo riguardante una propria invenzione: una tripla targatura,spiega il proprietario dell’azienda Carmelo Lo Duca insieme ad uno dei giovani ricercatori Gianandrea Totaro, che applicata sulle confezioni dei farmaci consente di evitare l’immissione di falsi prodotti sui mercati e di salvaguardare la salute dei cittadini. il brevetto europeo per l’azienda italiana è stato ottenuto in seguito ad una direttiva dell’europarlamento che entrerà in vigore quest’anno.
Un reportage di Antonio Silvestri fa quindi il punto sui beni culturali,italiani ed europei: il nostro paese deve infatti dedicare maggiori energie, rispetto ad altri paesi dell’Unione,  nella promozione dell’arte contemporanea,come spiega a “RegionEuropa” il direttore generale per la valorizzazione, del Ministero per i Beni e le Attività culturali , Mario Resca, a margine dell’inaugurazione della Mostra del pittore e scultore Moreno Bondi a Roma.
La mostra  intitolata”La luce e l’ombra di Caravaggio nel contemporaneo” , si tiene a Palazzo Venezia, ed è l’ occasione per il ritorno, dopo alcuni anni,dell’arte contemporanea a Palazzo Venezia;
La mostra è stata voluta dalla soprintendente del Polo museale romano, Rossella Vodret, ed ha  pemesso di sottolineare come vi siano diversi artisti contemporanei da valorizzare così come si cerca di valorizzare l’enorme patrimonio artistico del passato, quella cultura millenaria che – spiega sempre Mario Resca – sopravvive ora grazie ad artisti contemporanei come Bondi, dotati di una grande forza espressiva, e, in questo caso, anche con richiami alla scuola caravaggesca.
Anna Di Benedetto con “Angoli d’Europa”  porta invece tra le pagine di un libro fresco di stampa: infatti,cosa può legare   una delle isole da sogno come Capri e un rivoluzionario russo anzi il rivoluzionario per antonomasia ,ovvero Vladimir Lenin ? Per scoprirlo basta leggere il libro  “ Scacco allo Zar” una serie di fotogrammi narrati con acume e leggerezza da Gennaro Sangiuliano,vice direttore del Tg Uno, che attraverso documenti  inediti dei servizi segreti britannici  ed  aneddoti particolari e divertenti descrive quel periodo storico tra il 1908 ed il 1910 in cui l’Europa con i suoi intellettuali e uomini d’affari si ritrovava all’ombra dei faraglioni per realizzare la genesi della Rivoluzione Russa.
Infine il Vice Presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella insieme a PierNicola Pisani presenta a Milano l’associazione italo europea “Prima Persona”.
“RegionEuropa” è on line ,a cura di Claudio Lanza, al sito www.regioneropa.rai.it ed è sottotitolata per i non udenti alla pagina 777 di Televideo.