RegionEuropa domenica 1 aprile 2012

La Commissione europea ha lanciato l’iniziativa SESAR per fornire al cielo unico europeo tecnologie innovative che permettano la realizzazione di un nuovo sistema di gestione del traffico aereo continentale e l’Italia, attarverso l’Enav, gioca un ruolo da assoluto protagonista.
Un’altra testimonianza di come il made in Italy del lavoro e della tecnologia sia protagonista nell’Ue: a “RegionEuropa”, il settimanale della Tgr curato dal Vice Direttore dei Tg Regionali della Rai, in onda domenica 1° aprile alle 11,40 su Rai Tre, ne parla l’amministratore unico di Enav, la società italiana per i servizi di assistenza al volo, Massimo Garbini, intervistato da Antonio Silvestri.
Garbini ricopre anche l’incarico di Presidente dell’ATM Network Management Board dell’Unione europea, il cui obiettivo è governare la gestione della rete del traffico aereo europeo.l’ Enav, all’avanguardia in Europa, già dispone di tecnologie integrabili con gli altri provider europei per raggiungere l’obiettivo di gestire maggiori capacità di traffico con maggiore sicurezza e costi dimezzati.
Sempre di made in Italy ma nel caso per denunciare per l’ennesima volta come la mancanza di un marchio di tutela europeo per il settore tessile danneggi in maniera assoluta il nostro sistema paese si fa interprete Michele Tronconi, presidente di Sistema Moda Italia, l’associazione delle aziende tessiliabbigliamento del settore dell’alta moda e delle produzioni di eccellenza, che ha denunciato agli europarlamentari italiani l’ennesimo caso di autolesionismo europeo operato questa volta a favore del Pakistan. Ospite in studio a “RegionEuropa” Cristiana Muscardini, Vice Presidente della Commissione Commercio Internazionale del Parlamento Europeo, spiega i contenuti di una lettera inviata su questo tema alla Commissione Europea e la necessità di superare le resistenze della Germania e dei Paesi del Nord Europa contrari al marchio made in data la loro assenza produttiva nel settore dell’export di alta gamma.
Maura Tani si occupa quindi della Direttiva europea che riguarda la sperimentazione medico scientifica utilizzando con tutte le cure e le cautele del caso gli animali: proprio dopo l’intervento di Bruxelles non si può più parlare di vivisezione, che è invece vietata, ma di aiuto degli animali da laboratorio a sperimentare medicine per la cura di malattie mortali quali le patologie tumorali e non solo. Intervengono sul tema Silvio Garattini direttore dell’istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri” di Milano, Marco Pierotti direttore scientifico Istituto Nazionale per la cura e lo studio dei tumori di Milano, il professor Pier Giuseppe Pelicci direttore scientifico dell’Istituto Oncologico Europeo e il professor Ferdinando Cornelio direttore scientifico dell’Istituto Neurologico Besta, sempre di Milano.
La rubrica “l’opinione di” ospita Ugo Finetti, direttore di “Critica Sociale Colloqui Italo Britannici” mentre “Angoli d’Europa” presenta ottanta immagini scattate da quarantacinque grandi fotografi  che hanno viaggiato in Europa e non solo,  per descrivere anche poeticamente ,  diversi angoli della realtà  : la mostra è aperta a Roma  al Palazzo delle Esposizioni,  firmata da National Geographic italia. Anna Di Benedetto incontra Guglielmo Pepe , curatore della rassegna fotografica che ha lavorato, per selezionare le immagini inedite,  per oltre un anno e così dalla Russia all’Ucraina, dalla Polonia al Medio oriente un viaggio affascinante alla ricerca de “Il senso della Vita” come recita il titolo della rassegna che rimarrà aperta fino al prossimo  13 maggio.
“RegionEuropa” è on line al sito della Rai,www.regioneuropa.rai.it, a cura di Claudio Lanza ed è sottotitolata alla pagina 777 di Televideo per i non udenti.