RegionEuropa domenica 25 marzo 2012

Un terzo degli italiani ritiene che l’Europa non stia adottando le misure adeguate per uscire dalla crisi, al contrario degli altri cittadini dell’Unione che invece sono più ottimisti. E’ uno dei dati forniti dall’ultimo sondaggio di Eurobarometro , da cui si evince anche come quasi tre quarti degli intervistati ritenga sia necessario riformare il mercato del lavoro per diminuire la disoccupazione.
Il sondaggio curato dall’istituto di rilevazione e ricerca della Commissione Europea è lal centro della puntata di domenica 25 marzo di “RegionEuropa” ,il settimanale della Tgr curato dal vice direttore dei tg regionali Rai Dario Carella, in onda alle 11,40 su Rai Tre.
Il servizio di Antonio Silvestri mette in luce come ,tra gli europei, gli italiani siano fra coloro cercano meno informazioni sull’ Unione ,i suoi programmi e le sue diverse istituzioni attraverso strumenti diretti come internet in quanto sostengono di ricevere notizie in maniera sufficiente tramite canali più tradizionali come la televisione , anche se ben il 74% degli intervistati afferma di non essere soddisfatta dalla qualità delle notizie che riceve e vorrebbe avere più spazi di informazione sull’Europa dal sistema televisivo italiano nel suo complesso.
Con Antonio Silvestri discutono a “RegionEuropa” i risultati del sondaggio Eurobarometro il Presidente dell’ISPO, Renato Mannheimer, quello  dell’Eurispes, Gian Maria Fara e il Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Lucio Battistotti, mentre il Vice Presidente della Commissione Antonio Tajani commenta la rilevazione suggerendo i possibili rimedi per venire incontro alle richieste degli intervistati.
Il capogruppo dell’Italia dei valori al Parlamento Europeo Niccolò Rinaldi affronta invece in studio a Strasburgo con Dario Carella una nota ancora dolente per il nostro paese ,a livello di territori locali,nei rapporti con Bruxelles,ossia la mancata finalizzazione,ad un anno dalla loro scadenza,dei finanziamenti del Fondo Sociale Europeo, che ammontano a oltre 15 milioni di euro e di cui alla fine del 2011 quasi il 71% risultava non ancora richiesto. “Occorre innescare con urgenza nuovi meccanismi virtuosi per utilizzare al massimo le risorse europee disponibili- sottolinea il capogruppo dell’Italia dei Valori- altrimenti,conclude Rinaldi, si corre il rischio concreto di perdere questi finanziamenti a favore di altri paesi europei”.
Il settimanale europeo della Tgr presenta quindi i dati di una ricerca medica italo svizzera che ha stimato come alla fine di quest’anno ,pur rimanendo complessivamente a livelli elevati,il tasso di mortalità per tumore nei 27 paesi dell’Ue sia in diminuzione,in particolare per quello che riguarda la patologia della malattia al seno femminile: “cio’ indica ,secondo Carlo La Vecchia ,capo del dipartimento di epidemiologia dell’ istituto “Mario Negri” di Milano,uno dei partner della ricerca, il ruolo essenziale che ormai riveste la prevenzione attraverso lo screening mammografico,che risulta decisiva per le donne con età superiore ai 45 anni”.
Per il direttore dell’istituto “Mario Negri” ,il professor Silvio Garattini, il valore della ricerca è importantissimo poiché fornisce un quadro d’insieme che consentirà di intervenire in quei paesi,come quelli dell’est europeo,dove strutture ospedalieri ancora carenti impediscono una prevenzione efficace.
Ancora la puntata di “RegionEuropa” affronta le problematiche della pesca nei mari europei e soprattutto nel Mediterraneo con un reportage di Antonio Silvestri, che analizza come il comparto abbia perso nell’ultimo decennio 17 mila posti di lavoro, secondo i dati diffusi al termine di un incontro a Roma fra la Commissaria Europea alla pesca Damanaki e il Ministro delle Politiche Agricole Mario Catania; un incontro da cui è emerso come che particolare importanza avrà in futuro la sostenibilità del sistema proprio per creare occupazione e aumentare il reddito.
Inoltre dovranno essere incrementate politiche regionali adeguate alle aree di pesca europee con norme innovative che correggano la forte concorrenza nel Mediterraneo dei Paesi fuori dall’Unione; Bruxelles inoltre sta studiando modalità per occupazioni alternative nel periodo di fermo di pesca.
Infine con Paolo Gila la cronaca delle visita a Milano e Ispra del Presidente della Commissione Europea Manuel Barroso.
“RegionEuropa” è on line ,a cura di Claudio Lanza, al sito della Rai www.regioneuropa.rai.it: il sito è realizzato da Rai Net e il settimanale europeo della Tgr è sottotitolato per i non udenti alla pagina 777 di Televideo.