RegionEuropa domenica 27 novembre 2011

“Il governo presieduto dal Professor Mario Monti è forte di un consenso parlamentare straordinario,solo la Lega è all’opposizione e dunque non puo’ fallire nella sua missione di farci uscire dalla crisi perchè se fallisse sarebbe la fine dell’euro e dell’unione europea”. Non usa mezzi termini l’europarlamentare italiano del PdL Gabriele Albertini ,Presidente della Commisisone Esteri del Parlamento Europeo,in studio a Bruxelles con Dario Carella nella puntata di domenica 27 novembre di “RegionEuropa”, il settimanale europeo della Tgr,la testata regionale della Rai diretta da Alberto Maccari.
L’ex sindaco di Milano ricorda i comuni studi scolastici con Monti al collegio dei gesuiti milanesi Leone XIII e indica quali sono le priorità che l’Italia ha di fronte nelle misure strutturali che il governo si accinge a varare,dall’innalzamento dell’età pensionabile per renderla omogenea agli altri paesi della zona euro, una riforma strutturale della pubblica amministrazione per rendere ,come in tutta Europa, il numero degli addetti rapportato al numero degli abitanti e ai bisogni di una PA aperta all’on line e alle nuove tecnologie, una riforma del mercato del lavoro struttuirale che consenta una flessibilità in entrata ed in sucita che è cosa diversa,sostiene il Presidente della Commissione Esteri del Parlamento Europeo dal precaritao ed un impegno straordinario nella lotta all’evasione fiscale per fare diventare gli italiani simili agli altri popoli dell’Unione,che sono “la guardia di finanza di se stessi,vicini allo stato e lontani dagli evasori che sotraggono richhezza alla comunità nazionale”.
Sempre da Bruxelles il settimanale europeo della Tgr curato dal vice direttore dei tg regionali Dario Carella propone ,in collaborazione con l’ufficio di corrispondenza della Rai nella cpitale dell’Unione Europea,un servizio sugli incontri del Premier italiano con il Presidente della Commissione Barroso,dell’Unione Van Rompuy,con il Vice Presidente italiano dell’esecutivo comunitario Antonio Tajani , con gli europarlamentari del nostro paese eletti a Strasburgo e con i Vice Presidenti del Parlamento Europeo Roberta Angelilli e Gianni Pittella che hanno ribadito a Monti come l’emissione di eurobond da paarte della Bbc, come votato dal Parlamento Europeo, sia la ricetta più idonea per intrvenire sul debito sovrano di eurolandia e rilanciare la crescita.
La cronaca di Pino Nano porta quindi i telespettatori di “RegionEuropa” all’interno delle mura Vaticane dove si è svolto un incontro ufficiale tra Papa Benedetto XVI e il Presidente dell’Ue Van Rompuy, che ha riaffermato al Sommo Pontefice il senso dell’Unione lla luce della recessione internazionale: L’Europa Comunitaria – ha spiegato van Rompuy al Santo Padre -e’ anche “una risposta collettiva di rifiuto della barbarie e del totalitarismo, in nome di valori che riuniti formano un’unione anche piu’ profonda di quella politica, perchè essa si fonda sull’amore e che quindi anche in questa fase di crisi globale, nessun paese Ue sarà lasciato solo”.
Antonio Silvestri dalla Valle d’Aosta racconta in un reportage l “Espace Mont Blanc” un’iniziativa transfrontaliera alla quale aderiscono territori italiani, svizzeri e francesi. Una collaborazione per promuovere uno sviluppo “durevole” e non solo sostenibile, che aiuti l’agricoltura di montagna con la promozione dei prodotti tipici, assicuri una mobilità dolce anche per i turisti e preveda l’uso di energie rinnovabili e la riduzione delle emissioni. Al progetto partecipano Valle d’Aosta, Alta Savoia e Savoia e il Cantone svizzero del Vallese, territori con problematiche e esigenze comuni al di là dei confini geografici. L’iniziativa fa parte inoltre del più ampio progetto transfrontaliero AlCoTra.
Infine: da Venezia il direttore di Rai Nuovi Media Piero Gaffuri e Stefano Rolando del Club di Venezia raccontano la nuova iniziativa della Rai dedicata ai giovani talenti e realizzata in collaborazione con il Parlamento Europeo, ennesima occasione che dimostra la grande attenzione che l’azienda di servizio pubblico riserva ai temi dell’Europa sotto molteplici punti di vista,mettendo in pratica quanto aveva annunciato il Presidente della Rai garimberti nel corso dei suoi incontri della scorsa primavera a Bruxelles con le massime autorità europee e con gli europarlamentari italiani mentre Anna Di Benedetto in “Angoli d’Europa” racconta  uno dei più grandi protagonisti del giornalismo e della radio e televisione italiana, Sergio Zavoli, già presidente della Rai per molti anni e oggi Presidente della Commissione Parlamentare di Vigilanza. Lo fa attraverso l’ultimo libro scritto da Zavoli “Il ragazzo che io fui “ , presentato a Roma grazie alla Fondazione Biagio Agnes. Anna Di Benedetto  svela in “RegionEuropa” in anteprima le pagine di un cammino autobiografico dell’autore che attraversa la storia italiana dal fascismo al dopoguerra agli anni di piombo. Una lettura agile e intensa che presenta  gli incontri della vita di Zavoli come quello con Fellini che nel libro è semplicemente Federico o la sua esperienza nel servizio pubblico con le inchieste che hanno cambiato il modo di raccontare la realtà ,  dalle Suore di Clausura alla chiusura dei manicomi dopo Basaglia   alle interviste con i protagonisti della “Notte della Repubblica”
“RegionEuropa” è on line,a cura di Claudio Lanza,al sito della Rai www.regioneuropa.rai.it , sito realizzato in collaborazione con Rai Net.