RegionEuropa domenica 16 ottobre 2011

I fondi europei alle regioni italiane,il loro utilizzo,le prospettive per il settennato 2013/2020 sono al centro del secondo appuntamento con “RegionEuropa”,il settimanale europeo della Tgr curato dal vice direttore dei tg regionali della Rai Dario Carella ed in onda domenica 16 ottobre dalle 11,40 a mezzogiorno su Rai Tre.
Ospiti nello studio del Parlamento Europeo a Bruxelles ne discuteranno gli eurodeputati Salvatore Caronna del Pd,gruppo dei socialisti europei, ed Erminia Mazzoni,del PdL Popolari Europei, componenti della commissione affari regionali dell’euro assemblea.
I fondi regionali europei valgono miliardi di euro e vengono affidati dalla Commissione Europea alle regioni cosiddette “svantaggiate” o in “ritardo di sviluppo” per garantire la coesione economica e sociale dell’Ue. In Italia tuttavia troppa burocrazia e talvolta una cattiva gestione degli stessi , attraverso una mancanza di programmazione delle regioni, si rischia che dal 2013 i fondi di Bruxelles ai territori locali diminuiscano vistosamente allargando così le crisi economica e sociale.
Con una intervista in esclusiva di Antonio Silvestri alla Commissaria europea al clima Connnie Hedegaard , il settimanale della Tgr si occupa quindi dei cambiamenti climatici: secondo un recentissimo sondaggio Eurobarometro rimane molto alta la preoccupazione dei cittadini dei 27 stati dell’Unione per il surriscaldamento del pianeta e per gli effetti dei gas serra. La Commissaria al clima sottolinea come i cittadini europei ritengano che la green economy possa invece creare nuova occupazione, nonostante negli Stati Uniti,dove Obama l’ha fortemente promossa, non abbia ancora dato i risultati sperati. E sul ruolo che gioca il cambiamento climatico in agricoltura , la “Rete Rurale Nazionale” ha presentato un libro bianco dove sono state esaminate le principali azioni da intraprendere per modificare le pratiche agricole verso la massima sostenibilità, alla luce del fatto che l’agricoltura italiana gestisce circa il 50 per cento del suolo e due terzi delle risorse idriche.
Ancora a proposito di agricoltura,settore che asssorbe ancora oltre il 50% delle risorse complessive di Bruxelles, l’eurodeputato della Lega Nord Giancarlo Scottà spiega a “RegionEuropa” come dopo l’accordo tra Unione Europea e Svizzera sulla protezione di DOP e IGP delle produzioni agroalimentari, tutto il commercio con i Paesi terzi vada reso più competitivo ma allo stesso tempo mantenga i medesimi livelli di qualità e che in futuro sia possibuile raggiungere intese dello stesso tipo anche con gli Stati Uniti e il Canada.
E sempre in tema di economia ed export europeo e mondiale dei territori italiani,Dario Carella è andato a curiosare fra gli stand dei produttori tessili e dell’abbigliamento di “Milano Unica” , la più grande esposizione del settore,ascoltando i pareri di Pier Luigi Loro Piana,presidente di “Milano Unica”, di Michele Tronconi,presidente di Sistema Moda Italia, e del sindaco di milano Giuliano Pisapia che ha voluto sottolineare come manifestazioni quali “Milano Unica” siano decisive per irlanciare il ruolo di capitale europea del capoluogo lombardo.
Gli “Angoli d’Europa” di Anna di Benedetto wntrano questa settimana nelle residenze delle famiglie aristocratiche costruite spesso come veri e propri musei. Una di queste è ,senza dubbio, Palazzo Rondinini a Roma , oggi sede del nuovo “Circolo degli Scacchi”,all’interno del quale si può ammirare  uno straordinario orologio con il quadrante a sei ore e una biblioteca con un imprevisto passaggio segreto che svela un inventario del 1890 in cui la Pietà Rondinini di Michelangelo Buonarroti , oggi al castello Sforzesco di Milano,  ospitata al tempo ,  nel cortile del Palazzo,  veniva descritta come un “gruppo marmoreo abbozzato” e valutata soltanto 30 scudi.
Per finire il direttore di “Studi Cattolici” e delle Edizioni Ares Cesare Cavalleri traccia un ritratto di Gianni Baget Bozzo,già europarlamentare del Psi negli anni ottanta, e della sua “ortodossia eretica”,in occasione della ristampa del libro delle Edizioni Ares “Italia oh cara”. 
“RegionEuropa” ,realizzata in collaborazione con la Direzione dell’Audiovisivo del Parlamento Europeo e con il Comitato delle Regioni Europee, è visibile anche on line ai siti della Rai www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza.