RegionEuropa domenica 9 ottobre 2011

Ospiti da Bruxelles ,nella prima puntata del nono ciclo di “RegionEuropa” ,con Dario Carella , il Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella del Pd e il capogruppo del Pdl Popolari Europei Mario Mauro,che faranno il punto delle nuove misure varate dalla Commissione Europea per fronteggiare la crisi economica,alla luce della relazione sullo “Stato dell’Unione” che il presidente della Commissione Barroso ha tenuto all’Europarlamento riunito in sessione plenaria a fine settembre a Strasburgo e nella quale l’esecutivo comunitario ha aperto alla possibilità che la Bce,la Banca Centrale Europea, dia semaforo verde all’emissione di Eurobond,ossia di titoli di stato europei che garantiscani il debito sovrano dei 27 stati dell’Ue.
Antonio Silvestri racconterà quindi i contenuti del programma di partenariato ” Eurodyssée” che  prevede uno scambio di tirocini presso aziende ed enti da parte di giovani delle regioni d’Europa. In Italia al programma ha aderito, per ora, solo la Valle d’Aosta mentre altre Regioni sono in attesa di parteciparvi. In occasione del Forum sull’andamento dell’iniziativa promossa dal Comitato delle Regioni europee, il capo Unità Occupazione della Commissione Ue, Michel Laine, spiega a “RegionEuropa” come si stanno affrontando le problematiche del lavoro mentre la presidente dell’Assemblea delle Regioni d’Europa  Mercedes Bressorileva l’importanza dei tirocini in un periodo di crisi.

In “Angoli d’Europa” Anna di Benedetto mostra ,in anteprima, l’ “Invito a Palazzo” , manifestazione che si svolge in Italia da dieci anni: gli istituti bancari aprono, per un giorno,  le proprie residenze storiche al pubblico ma non solo,  donano, attraverso il ministero degli Esteri,  esclusive pubblicazioni d’arte ai musei di tutta Europa. L’Unione Europea  nel suo programma dal 2007 al 2013 ha stanziato 400 milioni di euro  per progetti ed iniziative come queste che inserite nel più ampio programma denominato “Giornate del Patrimonio Culturale” attirano ogni anno oltre 20 milioni di visitatori nei 30mila siti sparsi in  tutta Europa.

Infine Pino Nano spiega come la Rai sia il primo fra i servizi pubblici europei che abbia deciso di aprire le proprie porte agli scrittori del futuro,  mettendo a disposizione dei nuovi talenti la propria casa editrice, Rai Eri, che dopo una selezione nazionale delle opere che parteciperanno al concorso letterario nazionale “Le Giare” non solo pubblicherà l’opera prima, ma ne trarrà anche  una  fiction televisiva. “Niente di simile si era mai visto fin’ora in Europa” spiega il Vice Direttore Generale della Rai Gianfranco Comanducci, che a 2regionEuropa” aggiunge “Abbiamo scelto di dare ai agiovani scrittori italiani la possibilità di pubblicare le proprie opere senza  le mille difficoltà che oggi si incontrano nel voler dare alle stampe un inedito.  La scelta dei giovani – sottolinea ancora Comanducci- non è casuale perché il futuro della Rai  non può prescindere dai nuovi talenti italiani, e soprattutto dalle tante professionalità di eccellenza che esistono.La ricerca dei nuovi scrittori italiani , conclude il Vice Direttore Generale della Rai, partirà da ogni regione italiana con la collaborazione delle direzioni delle sedi regionali del servizio pubblicato radio televisivo.”
RegionEuropa è anche on line ,a cura di Claudio Lanza, al sito della Rai www.regioneuropa.rai.it dove è possibile vedere anche tutto l’archivio del settimanale europeo della Tgr sin dalla sua dalla prima trasmissione.