Sommario RegionEuropa domenica 30 gennaio 2011

“L’Europa ai confini del mondo” è il titolo del reportage di Dario Carella con cui si apre domenica 30 gennaio “RegionEuropa”,il settimanale della Tgr,
la Testata per l’ Informazione Regionale della Rai diretta da Alberto Maccari,in onda alle 11,45 su Rai Tre : il reportage rieccheggia ,nel titolo,
 il convegno annuale della Fondazione Italcementi svoltosi recentemente : una riflessione di grande livello e a tutto tondo sugli scenari futuri ,
economici e sociali, con cui dovrà confrontarsi il Vecchio Continente. Intervengono il Presidente dell’Università Bocconi Mario Monti,a lungo Commissario Europeo,e Giampiero Pesenti presidente di Italcementi.
“RegionEuropa” ,che è curata dal vice direttore dei Tg Regionali Dario Carella ed è on line,per la cura di Claudio Lanza, al sito della Rai www.regioneuropa.rai.it grazie alla realizzazione di Rai Net, prosegue quindi la riflessione sull’attacco a cui sono sottoposti nel mondo i cristiani,non solo cattolici,con una intervista in esclusiva realizzata da Antonio Silvestri al gesuita Padre Felix Körner, gesuita, Direttore dell’Istituto di Studi interdisciplinari su religioni e culture e Decano della facoltà di Missiologia  dell’università Gregoriana. La parola “missione” ,secondo Padre Korner preoccupa ancora molto l’establishment nei paesi islamici tuttavia ciò  non ostacola il dialogo interreligioso; l’illustre studioso racconta quindi la sua esperienza di insegnante nelle facoltà di teologia in Turchia e come vice parroco ad Ankara,sottolineando che sulle radici cristiane dell’Europa “non debbono essere solo le autorità ad attivarsi ma tutti gli europei di fede cristiana mentre proprio nelle università religiose si acquisiscono conoscenze e competenze che favoriscono il reciproco dialogo con altre confessioni”.
Anna Di Benedetto in “Angoli d’Europa” continua ,quindi,  il suo viaggio nella Roma meno nota :la Roma Sotterranea . Dopo il Mitreo del Circo Massimo le telecamere di “RegionEuropa” mostrano non un luogo di culto ma un luogo di sepoltura : il Colombario di Ponponio Hylas,legato ad antichi riti indo-europei ed inserito in un parco cittadino ,  visitabile solo su prenotazione. Si tratta di un esempio di arte risalente all’età Giulio –Claudia:all’interno del Colombario si trova un mosaico parietale  ed un tempietto ad edicola che svelano la grande attenzione ed importanza che questi luoghi avevano nella società del tempo. Conclude il settimanale europeo della Tgr il notiziario “Qui Bruxelles Qui Strasburgo”, che propone il progetto culturale “RintracciArti” , primo esempio europeo di ricerca di local territoriale  sul significato del tempo: intervengono Mirta Barbeschi, Enrico Alberini e Daniele Goldoni mentre da Bruxelles anteprima della mostra “Migranti” curata dalla regione Puglia con un percorso video multimediale realizzato dalla Teche Rai e dall’Istituto Luce e la presentazione del volume di Pietro Alò “il caporalato nella tarda modernità.”
 

la tarda modernità.”