Sommario RegionEuropa domenica 14 novembre 2010

Le regioni e i comuni europei chiedono alle altre istituzioni dell’Ue di poter concorrere maggiormente alle scelte di politica urbanistica,ambientale e di coesionesociale che le riguardano direttamente.E’ quanto è emerso a Bordeaux ,in Francia,nel corso dell’Assemblea generale del CCRE,l’organismo europeo che riunisce municipalità locali e governi regionali e i cui lavori racconterà domenica 14 novembre alle 11,45 su Rai Tre “RegionEuropa”,il settimanale della Tgr curato dal vice direttore della testata giornalistica regionale della Rai Dario Carella e giunto al suo ottavo anno di tramissione.
Sul tema delle politiche locali in rapporto a Bruxelles,”RegionEuropa” proporrà una intervista di Dario Carella all’ex primo ministro francese Alain Juppè,da un decennio sindaco di Bordeuax,secondo il quale solo una decisa azione delle comunità locali può far tornare ai cittadini la voglia di sentirsi parte di un progetto sovranazionale comune,quale era la Comunità Europea negli auspici dei suoi fondatori.
Antonio Silvestri  spiega invece cosa è la “condizionalità”,ovvero una delle regole fondamentali della attuale politica agricola comune europea e come è stata applicata in Italia secondo uno studio elaborato dalla Rete Rurale Nazionale. Oggi i  finanziamenti europei vengono concessi  in base al raggiungimento di determinati standard di comportamento e alla messa in opera di buone pratiche;nel caso non si arrivi a realizzare quanto richiesto gli aiuti vengono ridotti o non più erogati. Fin’ora di questo regime di finanziamenti di Bruxelles hanno beneficiato oltre un milione e 300mila aziende agricole italiane.” RegionEuropa” proporrà  alcuni esempi di applicazione della norma della “condizionalità”  proponendo il punto di vista del coordinatore della Rete Rurale Nazionale, Camillo Zaccarini Bonelli.
Il settimanale europeo della Tgr intervisterà quindi il professor Silvio Garattini,direttore generale dell’istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano,impegnato insieme all’istituto scientifico per la ricerca sulle neuroscienze Weizmann di Tel Aviv in un progetto per trovare una cura alla malattia di Alzeimher.Oggi, solo in Italia, si stima che siano oltre 500.000 le persone affette da questa patologia e 30 milioni nel mondo.Si è compreso molto sui meccanismi della malattia ma purtroppo la complessità biologica che la contraddistingue è alla base dei risultati negativi nella ricerca degli approcci terapeutici: non esiste infatti una terapia che la possa arrestare e, ancora più importante, non esistono farmaci che ne impediscano lo sviluppo. Per sostenere gli enormi costi che richiede la ricerca medico scientifica sulla cura dell’ Alzeimher , il Comitato Negri Weizmann,composto da personalità dell’imprenditoria e della cultura, ha organizzato il prossimo 13 dicembre un concerto di beneficenza alla Scala di Milano dove le orchestre sinfoniche scaligera ed istreliana si esibiranno sotto la direzione di Zubin Metha. E sempre di eccellenze italiane in campo medico scientifico si occuperà anche l’ultimo servizio “RegionEuropa” che farà il punto sulla situazione della talassemia,ovvero sull’anemia mediterranea, e sulla sua sorpredente diffusione nel nord con le interviste al professor Cianciulli,ppresidente della Società Italiana Talassemie e alla dottoressa Mia Domenica Cappellini,del Pliclinico di Milano.

RegionEuropa” è on line,a cura di Claudio Lanza e per la realizzazione di Rai Net,al sito della Rai www.regioneuropa.rai.it