RegionEuropa di domenica 12 marzo 2017

Due history cases del glocal italiano in europa,il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma visto dalle televisioni pubbliche dell’UE riunite a Roma per l’iniziativa della Rai “re-connecting Europe”, il senso del femminismo e delle lotte di genere oggi in una intervista con Maria Arena, europarlamentare del Partito Socialista della Vallonia belga : sono gli argomenti al centro della puntata di domenica 12 marzo di RegionEuropa,il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella,in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno ed in diretta live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it.

Antonio Silvestri ha realizzato a Nola ,nel napoletano, un reportage sulla Geven , una fabbrica di sedili, soprattutto per aerei regionali e business jet, che ha ottenuto fondi dal Consorzio Clean sky 2, formato da UE e industrie aeronautiche, vincendo la concorrenza di grandi aziende europee del settore. E’ un altro esempio che sfata tanta  letteratura sul mezzogiorno italiano e che conferma invece la forte ripresa di managerialità,inventiva e buone pratiche del nostro sud come spiega interviene il Managing Director Alberto Veneruso che spiega come sia stato possibile raggiungere questo risultato per un’impresa decisamente più piccola rispetto ai suoi competitori, anche grazie all’alleanza con altre aziende specializzate campane e con l’Universitàdi Napoli.

Sempre dal napoletano arriva la storia di Foodie,il progetto europeo per lo sviluppo di app per l’agricoltura,vinto dal consorzio campano Enco,e che è stato presentato a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo, da Giampiero De La Feld ,project leader,e dagli eurodeputati Andrea Cozzolino e Giovanni La Via.

Intervistati da Alessandra Forte, la  Presidente della Monica Maggioni e il Direttore Generale antonio Campo Dall’Orto, illustrano quindi la strade che possono percorrere i servizi pubblici europei nel progetto di “riconnettere l’Europa” , con lo sviluppo del digitle e la trasformazione in media company come sta avvenendo per la Rai,strade che possono aiutare il ricrearsi di uno spirito europeo che trova,appunto,il suo fondamento nei Trattati di Roma. Uno spirito che ha formato generazioni di giovani,come ricorda in una intervista con Dario Carella,il Portavoce dell’Europarlamento Jaume Duch.  

Chiude la puntata di Regioneuropa l’appuntamento con la rubrica “Ue imprese e territori”: nello spazio dedicato agli eventi B2B un incontro del settore della biosensoristica e un programma per l’internazionalizzazione. Riguarda anche le imprese culturali inoltre, l’annuncio di un master promosso da Università di Perugia e Centro di formazione per il giornalismo radiotelevisivo.

 

Regioneuropa di domenica 5 marzo 2017

L’Italia ha il quarto sistema fieristico mondiale e il secondo in Europa dopo la Germania sia per spazi espositivi sia per numero di visitatori: è questa una delle eccellenze del local del nostro paese poco conosciuta ma di enorme importanza ,soprattutto per il contributo che dà alla bilancia dei pagamenti attraverso l’export e alla promozione del nostro Made IN : è questo l’argomento di apertura della puntata di domenica 5 marzo di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella ed  in onda dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai 3 ed in diretta live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it.

Nel servizio firmato da antonio Silvestri vengono esaminate le principali problematiche di un settore così vitale ed importante anche per il suo legale con il territorio, fra cui le difficoltà di incrementarne l’attività a causa della mancanza di infrastrutture per convogliare i visitatori nonché per quelle legate all’ attrazione turistica,come spiega Pietro Piccinetti, AD di Fiera di Roma e responsabile dell’internazionalizzazione dell’Associazione delle Fiere italiane.

Il settimanale europeo della Tgr contina quindi il suo viaggio nel local a confronto con le decisione prese in sede europea dando voce alle preoccupazioni dei risicoltori italiani che si sono riuniti a Milano per protestare contro le decioni della Commissione Europea e del Europarlamento di continuare a far entrare nel merceto unico riso asiatico senza dazi e a prezzi favorevoli,creando così dumping commerciale; buone ,anzi ottime notizie continuano invece a pervenire dal fronte dell’uilizzo dei bandi europei: anche in questi primi mesi del 2017,spiega a RegionEuropa il segretario della Camera di Commercio Belgo Italiana di Bruxelles Matteo Lazzarini, aziende,università,centri di ricerca e stakeholders privati si confermano ai primi posti nella conquista di progetti cofinanziati contenuti soprattutto dei bandi Horizon 20/20/20 e Cosme.

La rubrica 2Europa60” ,dedicata ail 60esimo dei Trattati di Roma,propone questa settimana da Bruxelles Dario Carella con la presentazione del Libro bianco della commissione Europea sul futuro dell’UE presentato all’europarlamento da Jumker ,e con i pareri del Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani e del Capogruppo dei socialsiti e democratici europei Gianni Pittella.

Nella seconda parte della rubrica nuovo appuntamento con Sandro Guerrieri ,docente di storia delle  istituzioni europee all’Università

La sapienza di Ropm che si sofferma sulle ragioni del Trattato di Maastricht, il fallimento della Costituzione europea, l’allargamento a Est e il successivo Trattato di Lisbona.

Concluderà la puntata di RegionEuropa Antonio Silvestri che in “Opportunità Europa”, spazio in collaborazione con Europe Direct Umbria,

presenta  il bando sulle azioni urbane innovative,  un’offerta di lavoro e una di distacco, riservata ai funzionari pubblici, all’Autorità per la Sicurezza alimentare di Parma 

 

 

RegionEuropa di domenica 26 febbraio 2017

“Dai Trattati di Roma all’elezione del Parlamento Europeo  a suffragio universale” : è con questo titolo che Antonio Silvestri ripercorre domenica 26 febbraio a RegionEuropa il settimanale europeo della Tgr curato da Dario Carella in onda domenica 26 febbraio dalle 11,30 su Rai 3 ed in diretta live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it , un primo tratto della storia europea con l’aiuto del prof. Sandro Guerrieri, docente di Storia delle Istituzioni politiche italiane ed europee alla Sapienza di Roma: in particolare verranno esaminate le ragioni storiche che portarono alla firma dei Trattati del 1957, l’attività del Parlamento composto da nominati dai rispettivi Paesi, l’allargamento a Danimarca, Irlanda e Regno Unito e le prime elezioni del PE a suffragio universale avvenute nel 1979.

Il settimanale europeo della Tgr prosegue quindi con una intervista a Stefano Maullu,l’italiano eletto a sorpresa Vice Presidente della Commissione Cultura e Media del Parlamento Europeo, che spiega attraverso quali fasi si giungerà entro il 2019 alla riscrittura delle regole che riguardano l’attività dei servizi pubblici radiotelevisivi europei, attraverso una direttiva che verrà votata dall’assemblea legislativa e quindi fatta propria dalla Commissione esecutiva di Bruxelles. Si tratta di uno degli appuntamenti strategici della legislatura in corso,come lo è stato l’approvazione del Ceta,il trattato commerciale fra UE e Canada,e che ha suscitato non poche proteste: a RegionEuropa si confrontano favorevole e contraria rispettivamente , gli europarlamentari Salvatore Cicu di Forza Italia e Eleonora Forenza,dell’altra Europa.

L’approvazione del trattato commerciale con il Canada ha suscitato reazioni contrastanti anche nel mondo dei produttori italiani dell’agroalimentare: come spiega il servizio realizzato da Antonio Silvestri si va dal plauso perché apre grandi opportunità e offre garanzie di tutela sul mercato canadese, all’insoddisfazione perché rappresenta un regalo alle lobby industriali e porta a livellare verso il basso la qualità.

Nel campo delle Dop e igp l’accordo prevede la protezione per 171 denominazioni europee tra le quali 41 italiane, quasi tutte quelle esportate in Canada, dicono i favorevoli, mentre i contrari ricordano che con l’intesa sarà possibile avere sugli scaffali un “asiago” o un “gorgonzola” made in Canada insieme a quelli italiani.

Dall’Umbria,infine, il servizio sulla visita del Presidente del Parlamento Europeo Tajani nelle località colpite dal terremoto,ed in conclusione della puntata del settimanale europeo della Tgr l’appuntamento con la rubrica “UE  Imprese e Territori” realizzata in collaborazione con la rete italiana di Enterprise Europe Network,con  due appuntamenti, a Brindisi sulle opportunità offerte dai Programmi Interreg con Albania, Montenegro e Croazia, e a Milano in occasione del Fuorisalone del mobile, e un’opportunità commerciale.

 

 

 

RegionEuropa domenica 19 febbraio 2017

Da domenica 19 febbraio a domenica 19 marzo RegionEuropa,il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella,in onda dalle 11,30 a mezzogiorno e in live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it trasmetterà una serie di servizi rievocativi e non solo della firma dei Trattati di Roma,di cui ricorre l’anniversario il prossimo 25 marzo. “Europa 60” è il titolo della rubrica che inizierà con la trasmissione del momento della firma dei Trattati che istituirono l’Unione Eurpea avvenuta in Campidoglio nel 1957 e proseguirà con una intervista realizzata a Strasburgo nel corso della sessione plenaria del Parlamento Europeo tenutasi questa settimana a Gianpaolo Meneghinidirettore dell’Ufficio di Rappresentanza in Italia dell’Europarlamento,che illusterà le diverse iniziative in corso nel nostro paese.

La puntata di domenica 19 di RegionEuropa propone quindi con il Presidente della Commissione per i rapporti con l’UE del Comune di Milano Carmine Pacente e l’europrogettista Pietro Carlomagno,presidente dell’associaione LabDem Lombardia, una rassegna delle iniziative che la metropoli lombarda vuole realizzare in Europa,a partire dell’essere capofila di un reseau di città metropolitane dei paesi dell’Unione, per indirizzare e successivamente utilizzare i fondi europei del progtto Urban verso la riqualificazione urbana con una innovazione tecnologica sempre più spinta.

I 130 della Cooperazione delle imprese agroalimentari è invece raccontata da Antonio Silvestri attraverso un reportage in cui viene fatto un bilancio sulle peculiarità di questa forma di impresa che rappresenta l’8 per cento del PIL e conta 1 milione  e 350mila addetti. A Regioneuropa intervengono il Presidente dell’Alleanza delle cooperative italiane, Maurizio Gardini che ha messo in guardia sul fatto che l’Europa tenda a uniformare tutto  alle imprese di capitali, e il presidente di Legacoop, Mauro Lusetti che ha ricordato come si debba saper gestire e governare i diversi aspetti di industri 4.0.

Ancora di local agroalimentare in rapporto al globale delle Istituzioni europee si occupa anche il servizio sul Rapporto Qualivita 2016: i marchi di tutela dell’UE su cibi e vini rappresentano il dieci per cento del fatturato dell’agroalimentare italiano con un aumento del 2,6%. Lo afferma l’ultimo Rapporto Qualivita-Ismea che sottolinea anche come nell’export dop e igp valgano il 21 per cento del totale del settore. Il nostro Paese è leader mondiale per prodotti tutelati ma occorre anche notare che solo nel food ci sono dieci prodotti che da soli valgono il 79 per cento del valore alla produzione con enormi differenze dunque tra realtà affermatissime e altre molto ristrette.

Il settimanale europeo della Tgr si occupa quindi della visita della Commissaria europea alle regioni Cretu in Umbria ed in Campania,e da Strasburgo Dario Carella raaconta l’approvazione da parte del Parlamento Europeo dell’accordo commerciale fra Europa e Canada.

In conclusione della puntata di RegionEuropa “Opportunità Europa”in cui si parlerà di un bando di Europa creativa per il sostegno all’alfabetizzazione cinematografica, un’offerta di impiego e la presentazione del Premio “Giornalisti nell’erba” legato alla tutela ambientale