RegionEuropa di domenica 11 gennaio 2015

JE SUIS CHARLIE è il titolo della copertina con le immagini da Parigi,Roma, e dal Parlamento Europeo a Bruxelles delle manifestazioni di solidarietà dopo la strage del terrorismo islamico perpetrata nella capitale francese contro la redazione del settimanale Charlie Hebdo, realizzata da Antonio Silvestri è montata da Andrea Balfrati, con cui si apre la puntata di REGIONEUROPA , in onda domenica 11 gennaio dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre.
Il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella propone quindi una intervista con Virgilio Dastoli,già assistente e segretario di Altiero Spinelli,che racconta come si comporterebbe il grande europeista di fronte alle sfide che ha oggi l’Unione Europea e un servizio da Bruxelles sui risultati positivi del primo corso di formazione per assistenti di europarlamentari che ha visto fra i docenti il professor Marcello Missaglia di EU Consultants e Marcello Lazzarini segretario generale della Camera di Commercio belgo italiana.
È ancora per quanto riguarda il dibattito sull’Europa, REGIONEUROPA propone un servizio di Oreste Lo Pomo sul libro intervista realizzata da Dario Carella a Gianni Pittella dal titolo L’EUROPA CHE VORREI edito dal gruppo parlamentare euro socialista , presentato in anteprima a Lauria,e prossimamente a Bruxelles,Roma,Milano,Bari e Parigi con Luigi Berlinguer e Salvo Andò.
Il settimanale europeo della Tgr propone quindi un reportage di Antonio Silvestri dedicato alla nuova normativa UE riguardante le etichette alimentari.
Entrata in vigore da circa un mese , prevede maggiori informazioni per i consumatori sulle etichette .Bruxelles intende incentivare un consumo consapevole, sottolinea il Direttore generale del CRA, il Centro di Ricerca in Agricoltura, Ida Marandola, ricordando come, se le etichette semaforo usate in Gran Bretagna, non forniscono al consumatore un quadro esauriente dal punto di vista nutrizionale, soprattutto per i prodotti della Dieta mediterranea, è però necessario dare maggiori indicazioni nutrizionali. Il direttore di Assica, l’Associazione degli industriali delle carni e dei salumi rileva come sia già prevista a breve l’indicazione del luogo di allevamento e trasformazione anche per le carni suine e la necessità di far capire al consumatore gli standard di qualità elevata dei nostri prodotti dop e igp mentre il Presidente di Coldiretti Moncalvo evidenzia che ancora la metà della spesa resta anonima.Ancora Antonio Silvestri,quindi, con una intervista all’europarlamentare Paolo De Castro,
referente della Commissione Agricoltura del PE per i negoziati con gli USA sul nuovo accordo commerciale , che invita a vedere la proposta di Partenariato come una grande opportunità per l’Europa e per l’Italia che, sottolinea De Castro, esporta merci per 15 miliardi di Euro negli Usa,, di cui 3 di agroalimentari, contro importazioni da oltre Atlantico di 9 miliardi. Il negoziato, iniziato nel 2013 e giunto all’ottavo Round, va dunque seguito con molta attenzione e se, ha aggiunto De Castro, conterrà decisioni inaccettabili, il Parlamento le respingerà.
De Castro ha anche fatto il punto sull’imminente fine del regime delle quote latte che già ha portato ad un’impennata di produzione e al crollo dei prezzi. E’ necessario, ha aggiunto, che il Parlamento proponga meccanismi di gestione dell’offerta che regolino il mercato visto che per ora la Commissione confida su un’autoregolazione che non sembra si possa realizzare.
Infine da Bruxelles e Milano Dario Carella con Beppe Grillo al Parlamento Europeo che incontra gli europarlamentari 5 Stelle e con Bruno Marasà responsabile dell’Ufficio del PE a Milano che illustra il progetto europeo New Jobs.
REGIONEUROPA è in diretta streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it e www.regioneuropa.blog.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello.

RegionEuropa 4 gennaio 2015

Si apre con un servizio di Antonio Silvestri dedicato al semestre lettone di presidenza dell’Unione Europea la puntata di domenica 4 gennaio di RegionEuropa ,il settimanale europeo della Tgr curato dal vice direttore dei Tg regionali Dario Carella,in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno ed in diretta live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it

www.regioneuropa.blog.rai.it e www.tgr.rai.it : fra i punti programmatici annunciati da Riga la competitività con particolare riguardo al Piano Junker di investimenti da 315 miliardi, l’Europa digitale e l’Europa “coinvolta” nei processi di relazione col partenariato verso i Paesi dell’Est e nella crisi Ucraina e i rapporti con la Russia.

Nel corso del semestre a guida lettone, sono previsti 200 appuntamenti, la gran parte in programma a Riga e in particolare nella nuova Biblioteca Nazionale: la Lettonia ,che ha adottato l’Euro dal 1 gennaio 2014 e, come previsto dal Trattato di Lisbona, fa parte di un terzetto di Paesi che attua un più vasto programma di governo dell’UE, insieme all’Italia che l’ha preceduta e al Lussemburgo che subentrerà dal 1 luglio 2015. A commentare cosa ci si aspetta dal semestre lettone di presidenza dell’UE sarà ,da Bruxelles,Matteo Lazzarini, segretario generale della Camera di Commercio Belgo Italiana che ha in corso numerosi progetti europei di partenariato con i paesi baltici ,soprattutto nel campo dell’ITC.

Nella prima puntata del nuovo anno del settimanale europeo della Tgr, torna il notiziario Qui Bruxelles Qui Strasburgo curato da Dario Carella che propone un intervista con il presidente della Cia Dino Scanavino sull’aumento della produzione di agricoltura biologica nei paesi europei e su quali sono le opportunità che può cogliere l’italia, con l’europarlamentare del PD Michela Giuffrida ,della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo,su come l’aumento del bio cambierà le regole in campo agricolo; una intervista con Sergio Cofferati su cosa l?UE può fare per Genova e la Liguria dopo le alluvioni dei mesi scorsi; sulle opportunità che il programma Horizon 2020 riserva alle aziende del settore biomedicale mentre ncora Antonio Silvestri proporrà i risultati del rapporto che la Fondazione Qualivita ha realizzato sulle  produzioni tutelate

con la Dop e le IGP dall’Unione Europea: è noto che l’ Italia è leader in Europa per le pruzioni di alta qualità alimentare tutelate dai marchi dop e igp con 269 prodotti, seguita dalla Francia con 219 e dalla Spagna con 180.

Il rapporto Qualivita rileva come sia cresciuta la quota di fatturato di questi prodotti derivata dalle esportazioni mentre si continua a rilevare una forte concentrazione di valore su poche denominazioni: le prime dieci rappresentano l’81 per cento del totale fatturato. Al top Grana Padano, Parmigiano reggiano e mela Alto Adige IGP. A Regioneuropa i commenti del Ministro delle Politiche agricole Martina, che ha annunciato un Forum sulle Indicazioni geografiche durante l’Expo di Milano per confrontarsi sulle tutele, del Presidente dell’Associazione dei Consorzi di tutela, Liberatore, sull’importanza di fornire maggiori informazioni al consumatore e del Prof. Mattiacci dell’Università La Sapienza di Roma che ha rilevato come la distribuzione può diventare un luogo di formazione dei consumatori. Il Presidente del Consorzio di Tutela dell’Arancia rossa di Sicilia, Rapisarda, sottolinea invece i legami di queste produzioni col territorio e la necessità di essere competitivi anche rispetto agli altri Paesi del Mediterraneo.

Da Milano,con il montaggio di Stefano Carrone,le immagini del progetto “IN CAMPO 2” realizzativo dalla Cooperativa Fondazione Minotauro Onlus, con un gruppo di ragazzi che hanno proposto,sotto la guida di Melina Mulas, le loro visioni del paesaggio urbano filtrato dall’obiettivo della macchina fotografica, e a conclusione della puntata di RegionEuropa l’appuntamento con le opportunità offerte da Bruxelles commentate da Antonio Silvestri e con le immagini degli “Angoli d’Europa” commentate da

Anna Di Benedetto  e montate da Andrea Baldrati.

Streaming RegionEuropa

RegionEuropa in streaming

RegionEuropa domenica 28 dicembre 2014

Un bilancio del semestre europeo di presidenza italiana dell’Unione, anche alla luce dell’ultime vertice dei 28 capi di stato e di governo tenutosi a Bruxelles, è l’argomenti di aperura di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella in onda domenica 28 dicembre dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre.

Nel servizio di Antonio Silvestri il successo principale del semestre a guida italiana, ovvero, come ha spiegato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi aver messo , dopo oltre un decennio, la priorità sulla crescita economica e l’inclusione sociale e non sull’austerità.

A metà gennaio a Strasburgo, di fronte al Parlamento Europeo riunito in sessione plenaria, il Premier italiano articolerà punto per punto i  risultati raggiunti :

il cambio di rotta impresso alla politica europeoa,  la centralità assunta dalle misure per l’occupazione e l’impegno comune avviato nel Mediterraneo con Triton.

Infine il Premier italiano spiega qualis sono i dossier rimasti aperti, come il negoziato con gli Stati Uniti e gli  gli scarsi risultati finora ottenuti sul Made In.

Da gennaio intanto prende il via il Piano Junker per la ripresa e Gianni Pittella, Capogruppo del Pse e della S&D al Parlamento Europeo,anticipa a RegionEuropa quali passaggi avverranno perché il piano cominci a funzionare concretamente: “per ora-sottolinea Pittella- abbiamo aperto una breccia in un muro che sembrava indistruttibile,quella del rigore e dell’austerità. Ora inizia il lavoro vero: far sì che i 315 miliardi servano a far ripartire l’economia e l’occupazione in tutta Europa”.

Questo 2014 è stato un anno molto impegnativo per tutte le istituzioni comunitarie,che hanno dovuto,Parlamento e Comitato delle Regioni in primo luogo,spiegare perhè l’Europa è diventata così centrale nella vita di tutti i giorni, a partire dalla campagna elettorale per il voto del 25 maggio scorso che ha rinnovato l’Assemblea legislativa di Strasburgo e Bruxelles : Dario Carella ne traccia un bilancio con Bruno Marasà ,Direttore dell’ufficio del Parlamento Europeo a Milano.

E fra le iniziative più significative che hanno concluso quest’anno così importante ne rapporto fra cittadini e bruxelles, c’è la campagna sui “giocattoli sicuri”:nel periodo natalizio ,infatti, si acquistano il sessanta per cento di tutti i giocattoli venduti in anno.

Di qui l’importanza della campagna contro la contraffazione e contro i giocattoli poco sicuri per come sono prodotti e per le sostanze che contengono, promossa da Commissione e Parlamento Europeo,una campagna, spiega a RegionEuropa il reportage realizzato da Antonio Silvestri  che ha visto il Vicepresidente vicario del Parlamento europeo, Antonio Tajani, in prima linea da anni su questi temi, ribadire alcuni motivi fondamentali per evitare l’acquisto di merci che oltre a procurare danni alla salute, colpiscono i commercianti onesti, creano la perdita di posti di lavoro in Europa e mancati introiti per il fisco, e sono in mano alla criminalità organizzata. Per Tajani occorre ribadire la necessità di maggiore vigilanza alle frontiere e all’interno dei territori dell’Unione. Il Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Roma, Ivano Maccani, sottolinea  come solo il suo comando abbia sequestrato ventidue milioni di falsi per il 50 per cento rappresentati da giocattoli.

Con il Presidente della Commissione ambiente del Parlamento Europeo Giovanni La Via , da Bruxelles Dario Carella fa il punto su uno dei successi del semestre di Presidenza Italiana dell’UE, ovvero la nuova regolamentazione sugli OGM,che permetterà di applicare in maniera corretta e chiara uno dei tre pilastri costituzionali su cui si basa l’Europa,ovvero il principio di sussidiarietà e volontarietà nel quadro delle regole comuni, mentre Da Firenze la cronaca della cerimonia con cui sono stati premiati i vincitori del premio Cittadino Europeo dell’anno ed una intervista all’Europarlamentare del PD Michela Giuffrida-

Concluderà l’ultima puntata dell’anno di RegionEuropa, che tornerà su rai Tre domenica 4 gennaio sempre dalle 11,30 a mezzogiorno, “ Angoli d’Europa” di Anna Di Benedetto che questa settimana entra a Palazzo Barberini a Roma , una delle Gallerie d’arte Antica  più  belle al mondo: l’occasione è la presentazione del restauro  di un Opera di Piero di Cosimo, grande artista fiorentino    della fine del Quattrocento.  

RegionEuropa è on line ed in diretta live streaming ai siti www.regioneuropa.rai.it e www.regioneuropa.rai.it a cura di Claudio Lanza e www.tgr.rai.it a cura di Mario Fatello.