RegionEuropa di domenica 22 maggio 2016

Le conseguenze delle decisioni prese a Bruxelles dalle Istituzioni europee nei territori locali italiani sono al centro della puntata di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella, in onda domenica 22 maggio su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno ed in live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.rai.it. .

In apertura il servizio di Antonio Silvestri sulla difesa del suolo e l’ irrigazione ecocompatibile con due esempi concreti che si sono avvalsi dei fondi europei attraverso il raggiungimento degli obiettivi fissati da Bruxelles: è la realtà  dei Consorzi di bonifica italiani che cercano di avviare i numerosi progetti che hanno come obiettivo prioritario quello di prevenire il dissesto e fornire acqua all’agricoltura facendo formazione per gli agricoltori e aiutandoli ad evitare sprechi e costi alti in termini di economici e di salvaguardia dell’ambiente.

A Regioneuropa intervengono Caterina Truglia, dell’Associazione Bonifiche, e Federica Lopez, presidente del Consorzio Tevere Agro Romano, che racconta l’esperienza di un territorio complesso, tra la foce del Tevere e l’Aeroporto internazionale di Fiumicino.

Sempre in apertura del settimanale europeo della Testata regionale altri due racconti di esperienze concrete: il primo riguarda le conseguenze positive per l’industria italiana che si realizzano grazie il voto contrario del Parlamento Europeo al riconoscimento alla Cina dello status di economia di mercato : ne parlano gli europarlamentari Patrizia Toia,Massimiliano Salini,David Borrelli e i due Vice Presidenti italiano dell’Europarlamento Sassoli e Tajan : il no alla Cina rasserena ,come spiega il servizio da Terni di Valentina Antonelli le prospettive produttive ed industriali future delle acciaierie di Terni,in Umbria; il secondo racconto,autore Roberto Troian, spiega come un raro e del tutto tipico prodotto dell’agroalimentare del territorio,l’asparago bianco ticines,abbia ottenuto il riconoscimento europeo IGP.

Lungo l’asse Italia Bruxelles si stanno sviluppando concretamente due macroregioni costituite dalla Commissione Europea: sono l’alpina e la ionico adriatica,le cui cui prospettive sono descritte da torino nel servizio di Michele Ruggiero e in una intervista di Dario Carella al direttore dell’Ufficio del Parlamento Europeo in Itlia Gianpaolo Meneghini : anche in qusto quadro si delinea la necessità di avere una clase dirigente proattiva verso le istituzioni europee e la cronaca da reggio Emilia di Paolo Pini descrive in ch modo si possa attuarla con l’ intervista ,dopo due due giorni di seminari all’Univeristà del capoluogo emiliano, al Capogruppo dei socliasti europei Pittella e le testimonianze del Presidente del parlamento Europeo Schultze della Ministro Maria Elena Boschi.

In conclusione della puntata di RegionEuropa l’appuntamento con “UE IMPRESE E TERRITORI” , spazio in collaborazione con la Rete Enterprise Europe Network un evento business to business per le PMI del settore tessile abbigliamento, richieste di tecnologia e opportunità commerciali.

 

RegionEuropa di domenica 15 maggio 2016

L’esodo degli studenti universitari del Mezzogiorno verso il Nord e l’estero comporta sia una perdita di capitale umano sia di un investimento che la società e le famiglie hanno fatto e di cui beneficiano altri territori. Lo afferma uno studio presentato dalla Confcooperative, la maggiore organizzazione di questo tipo di imprese in Italia che ha celebrato la sua assemblea generale rieleggendo al vertice Maurizio Gardini.

Alla motivazioni e alle conseguenze di questa “Fuga a Nord” è dedicat o il servizio di apertura ,firmato da Antono Silvestri, di “RegionEuropa”,il settimnale europeo della Tgr a cura di Dario Carella, in onda domenica 15 maggio dalle 11,30 a mezzogiorno su Rai Tre e in live streaming sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.rai.it .

Il presidente di Confcooperative Gradini ,nell’ intervista a RegionEuropa, dopo aver sottolineato quali perdite comporti il trasferimento degli studenti dal Sud, evidenzia come sia necessario per le imprese cogliere al meglio l’opportunità offerta dai Fondi europei, troppo spesso mal utilizzati, in particolare nel settore della Ricerca e Sviluppo.

Local  anche da bruxelles nel racconto dell’assemblea plenaria del Comitato delle Regioni europee ,a cui hanno partecipato circa 500 enti  territoriali dell’UE, che hanno approvato la nuova 2Agenda Urbana”, il programma finanziato dalla Commissione Esecutiva a favore dello sviluppo non solo delle metrpoli ma anche dei territori cosiddetti svantaggiati,come le aree di montagna: l’italia trare da questo programma un consistente beneficio, come spiegano il Presidente della Valle d’Aosta Augusto Rolandin e Pierluigi Boda del Comitato delle Regioni.

Dall’agroalimentare arriva quindi una ulteriore buona sorpresa per le imprese italiane che ,a livello europeo, si stanno rilevando le più sostenibili: fattore che si sta rivelando fondamentale quale antidoto alla crisi : scommettere sul “green” ,infatti,va di pari passo con la garanzia di qualità.

Nel servizio diAntonio Silvestri due esempi, dall’impresa singola, un’azienda delle Marche che produce ortaggi, ad un sistema di imprese , quella dei produttori di Carni suine. L’imprenditore  Marziano  Ambruosi racconta infatti come nel corso degli anni sono stati adottati accorgimenti prima per abbassare la bolletta elettrica, poi per produrre energia direttamente. Aldo Radice, Condirettore di Assica, l’Associazione degli industriali dei salumi, spiega il progetto carni sostenibili e come l’obiettivo della sostenibilità supporti la qualità delle produzioni, e come l’Unione Europea sia un’opportunità se le regole sono davvero uguali per tutti.

Una tendenza confermata anche dall’assemblea delle camere di Commercio italiane in Europa,che si è svolta nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles: “glocal è bello” lo slogan che ha raccontato dei successi delle PMI italiane nel vincere le gare europee per finanziare ricerca ed innovazione, così come ,hanno rilevato Fabio Morvilli e

Matteo Lazzarini,presidente e segretrio generale della Camera di Commercio Belgo italiana e Gaetano Stella,presidente di Confprofessioni, un altro spazio di euro progettazione si apre ,grazie alla Legge di Stabilità, per i singoli professionisti che potreanno ora accedere ai fondi europei con le medesime modalità delle piccole e medie imprese.

Ancora da Bruxelles la cronaca  della presentazione della Carta dei diritti dei lavoratori ,avvenuta sempre al Parlamento Europeo,e a cui hanno preso parte,oltre alla segretria generale della Cgil Susanna Camusso, anche gli europarlamentari Panzeri,Pittella e Patrizia Toia,e un bilancio delle giornate europee dello sporti in Italia con il direttore dell’Ufficio del Parlamento Europeo Gianpaolo Meneghini.

Concluderà regionEuropa l’appuntamento con “OPPORTUNITÀ EUROPA”  con la collaborazione di Europe Direct Emilia il bando per le aree a euro mediterranee altamente vulnerabili sotto il profilo ambientale, la possibilità di diventare esperti in politiche commerciali per la Commissione e un Concorso per giovani imprenditori.

 

 

RegionEuropa di domenica 8 maggio 2016

Il 9 maggio è la festa dell’Europa e in Vaticano,a Roma,  venerdi’ i vertici dell’Unione europea hanno consegnato ia Papa Francesco il Premio “Carlo Magno” :

il prestigioso riconoscimento è stato consegnato , in particolare, per l’azione svolta dal Pontefice a favore dell’integrazione e per il messaggio di “Pace e Comprensione”, lanciato dal Pontefice e per la compassione, la tolleranza e l’integrità che hanno caratterizzato il suo pontificato.

Alla cerimonia in Vaticano erano presenti, tra gli altri, il Presidente del Parlamento Europeo Schulz, il Presidente della Commissione Junker,  il Presidente del Consiglio degli vStati  Tusk e la Cancelliera tedesca Merkel.  In precedenza, in Campidoglio,  è stato organizzato un dibattito sullo “Stato dell’Unione” , aperto da un discorso del Presidente del Consiglio Renzi, che ha ricevuto anche a Palazzo Chigi i massimi rappresentanti comunitari.

Con la cronaca di queste giornate firmata da Antonio Silvestri, si apre domenica 8 maggio la puntata di RegionEuropa,il settimanale europeo della Tgr curato da Dario Carella ed in onda su Rai Tre dalle 11,30 a mezzogiorno,ed in diretta streaming alla stssa ora sul web ai siti www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.rai.it .

La Festa dell’europa è stata l’occassione per discutere ,appunto,sullo stato dell’Unione, attraversata da una crisi fatta anche di grandi paure, dal terrorismo,all’immigrazione,all’economia,che in molti stati sta portando a risposte isolazioniste e protezionistiche che tendono a negare la bsi politiche e culturali su cui è nata e si è sviluppata la comunità europea: Dario Carella ne ha parlato con i due italiani al vertice dei principali partiti europei,il popolare ed il soclista,che con la loro azione unitaria nel secolo scorso soprattutto uno costruito uno spazio multinazionale e multiculturale senza eguali nel mondo: a RegionEuropa quindi le opinioni del Vice Presidente del PPE Antonio Tjani, che è anche Vice Presidente vicario dell’Europarlamento e di Gianni Pittella,mebro dell’ufficio di presidenza del Pse e Capoguppo dei socialisti e dei democratici europei sempre al Parlamento Europeo.

Il settimanale della Tgr torna quindi ad occuparsi della fine dei “semafori inglesi” sugli alimenti ,un modo giudicato dal Parlamento Europeo capace di ingannare i consumatori sulle qualità organolettiche dei cibi: Paolo De Castro,componente della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo,spiega quali sarnno ora i prossimi passi per giungere  una efficacia normativa europea che garantisca i consumatori nell’acquisto dei cibi, mentre da Milano Roberto Troian racconta di come medici e scienziati dell’alimentazione abbiano processato le carni rosse (anche queste secondo i paesi del nord Europa farebbero male alla salute) giungendo alla fine alla loro asoluzione,perché,è stato sottolineato, la questione fondamentale è sempre quella di un consumo all’interno di una equilibrata alimentazione e non divieti che si basano su interessi commerciali e non supportati da dati scientifici.

Roberta Marilli da Catania racconta quindi la visita del Commissario Europeo all’Immigrazione Dimitri Avramopoulos che ha incontrato ,fra gli alyti, il Ministro

degli Interni Alfano e Fabrice Leggeri Direttore di Frontex.

IN conclusione di RegionEuropa l’appuntamento con “UE, IMPRESE E TERRITORI”: nel consueto spazio dedicato alle PMI, la possibilità di confrontarsi con altri imprese, Università e Centri di ricerca, su progetti innovativi nel corso di un incontro a Bologna, una richiesta di tecnologia e un’opportunità commerciale nel campo delle energie rinnovabili in ambiente marino.

 

Streaming RegionEuropa

RegionEuropa in streaming