RegionEuropa del 21 ottobre 2018

Link alla puntata https://www.rainews.it/tgr/rubriche/regioneuropa/

RegionEuropa del 21 ottobre 2018

www.rainews.it/tgr/rubriche/regioneuropa/

RegionEuropa di domenica 21 ottobre 2018

La Sicilia spenderà tutti i fondi europei che le sono stati destinati entro il 31 dicembre prossimo, recuperando i ritardi del passato e collocandosi così fra le regioni più virtuose dell’Unione Europea; inoltre verrà razionalizzato il sistema aereportuale dell’isola con la riduzione delle attuale 6 società di gestione a solo 2.

Se ne parla domenica 21 ottobre a RegionEuropa,il settim,anale europeo della Tgr curato da Dario carella ed in onda su rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno ed in live streaming sul web al sito e alla app di Rai Play.

L’annuncio è stato dato a Bruxelles questa settimana durante gli incontri che il Presidente della Giunta regionale Nello Musumeci ha avuto con la Commissaria Europea alla politica regionale Cretu che con il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani,che ha annunciato una sua visita nell’isola entro la fine dell’anno,onde stabilire un piano che consenta di superare le difficoltà infrastrutturali di collegamento ,difficoltà che insistono anche sull’paltra grande isola che è la Sardegna.

Tajani ha rimarcato come i territori che hanno disagi di coesione sociale o di collegamenti ifrastutturali con il continente devono essere sempre più al centro dell’azione dell’Unione per non regalare i cittadini di questi territori alle sirene di chi promette tutto dando la colpa all’Europa,nella speranza di raccogliere voti personali o ai propri movimenti.

Il Presidente dell’Europarlamento è quindi intervenuto nuovamente chiedendo al governo italiano di modificare sostanzialemnte la manovra economica,levando in particolare il reddito di cittadinanza ,a suo parere un regalo ai nullafacenti,regalo che,ha rimarcato Tajani a Bruxelles non crea lavoro ma aumenta le disparità sociali e mina la coesione del paese. Le sue paroe nel servizio di Antonio Silvestri che ha seguito la visita egli incontri a roma del Commissario Europeo Moscovici, dopo la lettera inviata dalla Commissione che boccia,in sostanza ,la manovra economica perché non in linea con il patto di stabilità europeo.

Difende invece, in una intervista con Dario Carella,la manovra economica del governo il Vice Presidente delParlamento Europeo Fabio

Massimo castaldo,che acciusa la Commissione e Junker di usare due pesi e due misure: a Berlino,più volte in passato e a parigi anche quest’anno,la commisisone consente di sporare da anni e ben più che quanto fa Roma,il 3%,ma ,afferma castaldo a regionEuropa,è evidente che si tratta di un attacco tutto politico ad un governo che combatte con i fatti il mantra dell’austerità e che per la prima volta ha fatto dei provvedimenti a favore del popolo e non delle bucrazia e della finanza internazionale che tanto piace a questa Europa,che ,conclude Cataldo sarà profondamente cambiata dal voto del prossimo maggio.

Antonio Silvestri si occupa quindi di mercato del lavoro,paragonango l’Italia agli altri paesi europei: servono più tutele e più legalità nel lavoro che cambia. Lo afferma Confcooperative Lavoro e Servizi commentando uno studio promosso insieme al Censis dal quale si evince come ci siano oltre tre milioni di lavoratori irregolari e due milioni e  settecentomila a rischio povertà. Per il Presidente di Confcooperative Maurizio Gardini serve spendere meglio i fondi europei soprattutto al sud per incentivare impresa e occupazione. Occorre anche rilevare come vi sia un consistente numero di giovani sottooccupati e in posizioni non qualificate.

Con il portavoce del comitato delle Regioni,l’italiano Pierluigi boda, il settimanle europeo della testat regionale torna quindi ad analizzare i tagli ai fondi europei ai terriori che vi saranno nel prossimo bilancio dell’Unione, e ,ancora di territori e delle loro eccellenze ,le telecamere di regionEuropa sono andate a dar conto del caso della dop cacciatore italiano, l’unica che non si riferisce ad un particolare territorio ma a tutta la nazione, esportata per un terzo all’estero. Il Presidente del Consorzio del Cacciatore, Lorenzo Beretta, sottolinea come la tutela europea garantisca i consumatori anche sull’origine italiana che per i salumi non è obbligatoria.

In conclusione di RegionEuropa l’appuntamento con “Opportunità Europa”, spazio dedicato ad un bando sulla lotta alla tossicodipendenza, un’offerta di lavoro nella comunicazione alla Corte di Giustizia del Lussemburgo e al Parlamento Europeo e un concorso per i giovani delle regioni alpine

 

regionEuropa di domenica 7 ottobre 2018

Link alla puntata di REGIONEUROPA